SHARE
Foto El Pais/Archivo Nacional Torre Pombo

Lisbona, Portogallo– Importante ritrovamento storiografico che porta nuovi dati sul primo viaggio a vela intorno al mondo, quello iniziato dalla flotta guidata da Magellano nell’agosto del 1519 e concluso da Juan Sebastian Elcano con 17 marinai superstiti dei 247 partiti. Come noto, l’unica fonte diretta disponibile era quella notissima e precisa scritta nel diario tenuto dal vicentino Antonio Pigafetta. Adesso si aggiunge la riscoperta di una dichiarazione scritta del giovane mozzo Martin de Ayamonte, imbarcato sulla Nao Victoria dello stesso Elcano, l’unica a rientrare a Siviglia dopo la circumnavigazione.

Nel riquadro una pagina dell’interrogatorio del mozzo. Foto El Pais/Archivo Nacional Torre do Pombo

Il documento era stato scoperto nel 1933 da uno storico poprtoghese, ma non era mai stato studiato ne’ tradotto allo spagnolo dal portoghese. Adesso il documento e’ stato riscoperto nell’Archivio Nazionale Torre do Pombo di Lisbona e analizzato da tre storici spagnoli, come rivela oggi il quotidiano El Pais.

Il documento riveste particolare importanza perche’ si tratta di una dichiarazione che il giuovane mozzo rese in un’interrogatorio fatto dai portoghesi dopo essere stato scoperto sull’Isola di Timor, luogo dove il 5 febbraio 1522 aveva disertato per timore al lungo e ignoto viaggio di ritorno verso la Spagna. L’interrogatorio avvenne nella fortezza portoghese di Malacca il 1 giugno 1522, dove il mozzo era stato trasferito.

Nel documento si apprezzano i dettagli sulle tattiche di Elcano, sui componenti dell’equipaggio e la loro provenienza. Interessante e’ la descrizione della capacita’ marinaresca di Elcano che, utilizzando al meglio il ciclo dei monsoni, riusci’ a trovare la rotta in mare aperto per rientrare in Spagna navigando verso ovest, senza toccare le coste in possesso dei rivali portoghesi. Non mancono poi riferimenti alla nota Battaglia di Mactan, nelle Filippine, dove il 27 aprile 1521 Ferdinando Magellano era stato ucciso dagli indigeni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here