SHARE

Capo Verde– Doldrums fatali per il momento a Charal, che resta intrappolato nella Zona di Convergenza e viene superato da Apivia, che ha attraversato la zona di poco vento con una rotta piu’ orientale. Alle 19:50 CET Charlie Dalin e Yann Elies avevano ben 53 miglia di margine su Jeremie Beyou e Christopher Pratt. Il nuovo leader nella classe Imoca sembra in grado di agganciare per primo gli Alisei di Sud Est dell’Emisfero Australe, una volta passato l’Equatore nella giornata di domani giovedì.

Prysmian Group di Giancarlo Pedote si trova al sedicesimo posto, a 188 miglia da Apivia. Giovedi’ sara’ la giornata decisiva per Pedote, in quanto Prysmian dovra’ attraversare a sua volta le calme equatoriali. Lo fara’ con una rotta che al momento sembra abbastanza occidentale, sulla scia di quanto fatto da Charal. L’imprevedibilita’ dei doldrums lascia aperta la porta a possibili recuperi.

Giancarlo Pedote descrive la situazione nei Doldrums (Pot au Noir in francese) in questo video, dove si vedono i tipici groppi della zona di convergenza tra gli Alisei degli Emisferi Boreale e Australe:

Da Hugo Boss giunge la notizia che Alex Thomson e il suo team hanno deciso di procedere in safe mode verso Capo Verde, al momento distante 300 miglia, dove lo shore team dell’Imoca 60 britannico provvedera’ alle prime riparazioni per assicurare la sicurezza della barca senza chiglia da due giorni.

Impressionano, intanto, le prestazioni dei Class 40. Credit Mutuel di Ian Lipinski sta coprendo medie di 380/400 miglia al giorno e si trova a sole 500 miglia dal primo degli Imoca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here