SHARE
470 russi in regata. Foto Sheremetyev

Losanna– Confermate oggi le voci di una squalifica per doping della Russia dalle competizioni internazionali per i prossimi quattro anni, il che comprende ovviamente anche le Olimpiadi 2020 a Tokyo. La WADA, l’agenzia internazionale antidoping, ha ufficializzato la squalifica, specificando come gli atleti che provino di non aver preso parte ai programnmi di doping di stato della Russia potranno partecipare ai Giochi Olimpici a titolo neutrale, ovvero non portando le insegne del proprio Paese.

470 russi in regata. Foto Sheremetyev

La decisione riguarda ovviamente anche la vela. Al momento erano quattro gli equipaggi qualificati per Tokyo 2020, nelle cklassi RS:X femminile, Laser, Laser Radial e 470 maschile. In caso di squalifica confermata da World Sailing si aprirebbe la rotta di Tokyon agli equipaggi dei Paesi primi non qualificati in quelle classi. Da quanto dichiarato da WADA, pero’, sembra piu’ probabile una partecipazione “neutrale” di quei velisti.

1 COMMENT

  1. Una vera ingiustizia i velisti Russi li seguo io da Anni e non sanno cosa sia il doping … si allenano con me sul lago di Garda e faticano da Anni…
    La vela dovrebbe lasciare fuori la politica e pensare ai giovani che hanno fatto fatica e sacrifici per anni… nella foto i miei ragazzi del 479 sponsorizzati da Fantastica…
    C’è anche il Finn praticamente qualificato …
    Ciao Lanfranco Cirillo RUS212

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here