SHARE

Napoli– Tutto pronto al Savoia di Napoli per la XXVII edizione del Trofeo Marcello Campobasso, regata internazional a inviti riservata alla classe Optimist. Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia ospita dal 3 al 5 gennaio circa duecento velisti, provenienti da quindici nazioni: Croazia, Finlandia, Germania, Grecia, Israele, Italia, Lettonia, Malta, Norvegia, Olanda, Repubblica Ceca, Russia, Slovenia, Svezia, Ucraina. Da segnalare il ritorno della delegazione russa, che mancava nel golfo da molti anni. Gli atleti stranieri saranno circa 60, a fronte di 140 italiani, forti della presenza di molti atleti della Nazionale Optimist azzurra e dei numerosi circoli campani iscritti. Tutti a caccia del trono che negli ultimi due anni è stato occupato dal tre volte Campione del Mondo Marco Gradoni.

Quest’anno il Trofeo Marcello Campobasso verrà assegnato al vincitore della classe Agonisti (nati tra il 2005 e il 2009). Ai Pre-agonisti (2010-2011) andrà il Trofeo Unicef. Gli altri premi messi a disposizione sono la Coppa Branko Stancic, al concorrente proveniente da più lontano; la targa Irene Campobasso, alla prima classificata femminile nella classe Agonisti; e la targa Laura Rolandi, messa in palio dalla Famiglia Rolandi in memoria della signora Laura, moglie del Presidente onorario della Federazione Italiana Vela Carlo Rolandi, da assegnare al circolo italiano che abbia conseguito il miglior piazzamento di squadra.

Il programma prevede l’apertura venerdì 3 gennaio 2020 alle ore 8.30, con la Cerimonia dell’Alzabandiera alla presenza dei vertici della Marina Militare. Dalle 11.30 le regate nel Golfo di Napoli, a seguire cena al circolo. Sabato 4 gennaio start alle 10.30; alle 20 lo spettacolo di animazione con estrazione di un regalo offerto dal Circolo Savoia. Domenica 5 gennaio, regate dalle 10.30 e cerimonia di premiazione alle ore 17. Sono previste 8 prove totali (non più di 3 al giorno). Alla manifestazione interverrà il presidente della Federazione Italiana Vela, Francesco Ettorre.

“È il mio primo Trofeo Campobasso da presidente e non posso nascondere un pizzico di emozione”, ha affermato alla conferenza stampa di presentazione Fabrizio Cattaneo della Volta, dallo scorso aprile al timone del Circolo Savoia. “Questo è un grande evento a tutti gli effetti, per la qualità e la quantità di partecipanti. Non è un caso che la coppa messa in palio richiami il Trofeo Beppe Croce, che il World Sailing assegna alle figure più eminenti della vela mondiale. Da 27 anni migliaia di giovani velisti provenienti da tutto il mondo si danno appuntamento nelle acque invernali, ma pur sempre ospitali e affascinanti del golfo di Napoli, per consacrarsi campioni e ricordare una figura di riferimento come Marcello Campobasso, che fu presidente della Giuria di Appello della Fiv. Non c’è vincitore del Trofeo Campobasso che non abbia lasciato una traccia profonda nella vela. In particolare, il primo classificato del 1998, Mattia Pressich, è diventato allenatore del Circolo Savoia per la classe Optimist e dal 28 al 30 dicembre organizzerà un clinic per preparare gli iscritti al Trofeo Campobasso nel migliore dei modi sia terra che a mare. Per il nostro Circolo, insomma, un grande sforzo organizzativo ma anche una grandissima soddisfazione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here