SHARE

International Laser Class Association ha comunicato la lista dei nuovi costruttori approvati in base alla riforma della costituzione della classe Laser e delle richieste di adeguamento alle politiche antitrust della Comunità Europea, richieste da World Sailing a tutte le cassi olimpiche.

I sette cantieri che hanno superato la fse dei preriquisiti, e che sono stati dichiarati in grado di procedere alla costruzione dei nuovi ILCA Dinghy (leggi Laser), sono in ordine alfabetico:

Devoti Sailing s.r.o. (Polonia)
Element 6 Evolution Co Ltd  (Thailandia)
Nautivela srl (Italia)
Ovington Boats Ltd (United Kingdom)
Qindao Zou Inter Marine Co., Ltd (Cina)
Rio tecna srl (Argentina)
Zim Sailing (Stati Uniti)

Spicca la presenza dell’italiana Nautivela e della Devoti Sailing.

A essi si aggiunge la già esistente Performance Sailcraft Australia, che deteneva i diritti per l’Oceania.

Evidente l’assenza di Laser Performance (GBR), produttrice sin’ora dei Laser per tutto il mercato a parte Giappone, Oceania e Corea. LPE prosegue nella lite con ILCA.

I sette cantieri selezionati passeranno ora alla fase di verifica sulla produzione effettiva, con l’uso di stampi approvati da ILCA e la costruzione di alcune barche in pre-produzione che saranno testate  e verificate nel rispetto delle regole di stazza della più diffusa deriva al mondo.

Qui il comunicato originale di ILCA.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here