SHARE
Il momento della rottura dell'albero di Luna Rossa, sembra probabile un'avaria allo strallo di prua. Foto Borlenghi/Luna Rossa

Cagliari– Il disalberamento di Luna Rossa, il primo per un AC75 nella campagna verso la 36th America’s Cup, sta facendo discutere tutto il mondo velico. Il team di Patrizio Bertelli ha subito specificato che “Se non vai al massimo, non conoscerai mai i tuoi limiti”. Verissimo, visto che la Coppa America è da sempre una sfida velica ma anche tecnologica al massimo livello del momento.

Ma resta la domanda su quale possano essere state le cause del disalberamento. L’albero si è rotto alla base, restando integro per tutta la sua altezza. Lo skipper Max Sirena ha dichiarato oggi che “Aver portato l’albero a terra, considerando che eravamo a 20 miglia dalla base, non è stata una cosa scontata e banale, il Team ha fatto un gran lavoro e ha reagito alla grande. Vedere le foto dell’albero tutto intero con la randa attaccata dà una bella spinta di energia positiva..”

Fare Vela ha contattato oggi un esperto strutturista proveniente dal settore aeronautico con ampia esperienza anche nella costruzione nautica ad alta tecnologia, che ha preferito restare anonimo. Questo il suo parere:

 

Il momento della rottura dell’albero di Luna Rossa, sembra probabile un’avaria alla landa di attacco dello strallo di prua. Foto Borlenghi/Luna Rossa

 

Il disalberamento di Luna Rossa
Le cause probabili

“In alcune analisi si ipotizza la rottura di uno strallo o di una sartia. È molto improbabile, e la foto del disalberamento diffusa da Luna Rossa farebbe pensare a un cedimento della landa di attacco dello strallo di prua, che pare essere restato integro. Sbagliare la calcolazione, e quindi sottodimensionare una sartia o uno strallo, è veramente poco plausibile a tali livelli. Anche i metodi di fabbricazione e i controlli di qualità, in merito alla fabbricazione del sartiame in composito, sono procedure ben conosciute e mature.

Anche la conoscenza delle resistenze ammissibili di tale tipologia di sartiame è ben conosciuta e sono noti i sistemi per la sua determinazione. Da ciò, quindi, escluderei che il disalberamento sia dovuto a un problema di sartiame.

 

La causa più probabile potrebbe essere quindi quella del cedimento della landa di prua. Per quale motivo? Difficile dirlo, forse quella di un brusco ammaraggio dalla condizione di volo (le condizioni al momento dell’incidente erano Maestrale tra i 13 e i 16 nodi con onda corta e ripida, Ndr), che ha generato una flessione dello scafo con conseguente rilassamento del sartiame, che ha consentito all’albero un forte pompaggio che ne ha determinato la rottura. Ovviamente questa è solo un’ipotesi.

 

Foto Luna Rossa
Foto Luna Rossa

Altra causa possibile, sempre legata alla transizione tra fase di volo e fase di ammaraggio, sempre dinamica, può essere dovuta alla eccessiva e repentina decelerazione non valutata nella calcolazione come caso di carico.

Ad ogni modo, il disalberamento è un fatto potenzialmente complesso, in particolare sulla barca test. Su tale imbarcazione l’albero avrebbe potuto avere dei fattori di sicurezza elevati e, come è facile immaginare, sarà stato opportunamente strumentato per rilevare le deformazioni in funzione dei carichi, che a loro volta sono funzione delle condizione del vento, del moto ondoso, del tipo di vele, della velocità della barca etc etc.

Tali dati acquisiti durante la navigazione servono per validare il modello matematico dell’albero per la successiva ottimizzazione degli alberi da usare in regata.

Dall’analisi di questi dati, accellerometrici, estensimetrici, e dei carichi concentrati sarà comunque semplice per il team di Luna Russa progettare un nuovo rig che comprenda anche le condizioni che hanno generato il disalberamento”.

Le specifiche per l’albero nella regola di classe AC75 1.1

Ricordiamo che per la AC75 Class Rule versione 1.1, l’albero è un elemento “specified”, ovvero un tubo fisso derivato dal Mast Drawing Package che può essere modificato in alcune sue componenti fino a un massimo del 20 per cento della massa. Ogni team può usare fino a tre alberi in tutta la campagna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here