SHARE

Genova– Lo sport ai tempi del Coronavirus. L’epidemia più pericolosa, quella della psicosi, si combatte con informazione e razionalità. Ecco perché diamo rapida diffusione alla circolare della Federazione Italiana Vela che, sulla base del Decreto-Legge emesso ieri dalla Presidenza del Consiglio, ha informato oggi tutte le Zone italiane sulla fattibilità di eventi e regate.

 

Le manifestazioni veliche, i raduni e le attività formative in Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia, saranno possibili purché in assenza di pubblico e nel rispetto di alcune fondamentali forme di prevenzione e d’igiene. Restano ovviamente esclusi i Comuni facenti parte della cosiddetta “Zona Rossa” del lodigiano e quello di Vò, in Veneto.

Qui l’informativa inviata oggi dal presidente Federvela Francesco Ettorre a tutte le Zone FIV.

Sul sito FIV si legge poi quanto riguarda l’attività delle squadre federali: “A seguito del decreto odierno della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Federazione Italiana Vela comunica quindi la ripresa delle attività di raduni e formative delle proprie Squadre sul territorio nazionale, previamente sospese in via cautelativa e in attesa di disposizioni del Governo.

La Federazione, rimanendo in costante contatto con gli organismi e le istituzioni sportive e intergovernative, monitora costantemente la situazione dell’epidemia da coronavirus CoVid-19 e si riserva di prendere ulteriori provvedimenti e di dare ulteriori comunicazioni ove nuovi sviluppi lo rendano necessario”.

Gli eventi nelle altre regioni non subiranno, per il momento, variazioni e potranno prevedere anche la presenza di pubblico.

Sono attese direttive precise per la prossima regata di Italia Cup Laser, in programma ad Andora dal 13 al 15 marzo che coinvolge circa 400 persone tra velisti e tecnici.

Niente psicosi, quindi, ma informazione e costante prevenzione, sia dalle norme del buon senso sia da quelle previste dai protocolli scientifici. E, nel nostro settore dei media, attenzione massima al dilagare delle fake news, che non fanno altro che alimentare comportamenti inutili e incontrollabili.

I suggerimenti della Federazione Italiana Medico Sportiva per lo svolgimento degli eventi sportivi.

A Cagliari sono, intanto, in corso riunioni nell’Amministrazione locale per valutare gli eventuali rischi in occasione delle prossime AC World Series, l’attesissimo evento in programma dal 23 al 26 aprile che vedrà l’esordio degli quattro AC75 in preparazione per la 36th America’s Cup.

Dal CIO, con un’intervista rilanciata dall’Associare Press, si è saputo che ci sono tre mesi di tempo per decidere sull’opportunità di far svolgere i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Il presidente del CONI Malagò si è detto fiducioso che l’Olimpiade si farà.

Dalla Cina giunge notizia dell’annullamento della Rolex China Sea Race, che si sarebbe dovuta svolgere alla fine di marzo ad Honk Kong.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here