SHARE

Auckland– Sail-World è una delle testate più autorevoli tra i media velici internazionali. Il suo editor neozelandese Richard Gladwell è noto per le sue attente analisi, sempre documentate e informate. Il caso Coronavirus e l’ansia di sapere se le AC World Series di Cagliari (23-26 aprile) potranno essere disputate o no, è costato oggi un brutto scherzo al giornalista kiwi.

In mattinata sui social è rapidamente rimbalzato un suo articolo di ieri notte in cui Sail-World scriveva come le misure adottate nella serata del 9 marzo dal Governo italiano rendevano praticamente impossibile lo svolgimento delle ACWS e che, in precedenza, la gestione italiana dell’emergenza Coronavirus era stata deficitaria, causando l’arrivo in Sardegna di persone dalle zone rosse del Nord Italia e altre affermazioni critiche.
Al di là del merito e delle opinioni, l’articolo appariva grossolano e senza effettive analisi della situazione del Coronavirus in Italia e in Europa, dei provvedimenti presi dai vari Stati e, in definitiva, sembrava anteporre l’interesse dello svolgimento delle America’s Cup World Series di Cagliari e Portsmouth a quello della salute pubblica.

Tutto legittimo in quanto opinione, ma poco apprezzato dai lettori, sia internazionali sia italiani. Il web non è stato tenero, con commenti attenti che consigliavano al giornalista kiwi di mantenersi nella sua sfera di competenza velica senza dare giudizi su fatti e fenomeni di primaria importanza.

Nel pomeriggio l’articolo in questione è stato rimosso dal sito Sail-World. Evidentemente il sempre professionale Gladwell si era reso conto di aver pubblicato un articolo discutibile in un momento complesso per tutti. Capita di sbagliare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here