SHARE
Da sinistra: Maelle Frascari, Vittorio Bissaro, Caterina Tanti e Ruggero Tita, in corsa per la selezione nei Nacra 17 a Tokyo 2020

Genova– La crisi Coronavirus comporta anche la ristrutturazione dei criteri di selezioni degli atleti italiani per i prossimi Giochi Olimpici di Tokyo 2020, sempre se questi si potranno svolgere. La FIV ha comunicato oggi i nuovi criteri sugli eventi che saranno seguiti per completare le osservazioni degli atleti candidati. Questo il teso pubblicato sul sito federvela.it

Da sinistra: Maelle Frascari, Vittorio Bissaro, Caterina Tanti e Ruggero Tita, in corsa per la selezione nei Nacra 17 a Tokyo 2020

“La Federazione Italiana Vela comunica di aver escluso dai cosiddetti “Eventi Indicatori” di cui alla Normativa PTS 2019 – 2020, tutte le manifestazioni ricomprese nell’arco temporale coperto dai DPCM dell’8 e 9 marzo 2020 ed eventuali successivi analoghi provvedimenti Governativi in materia di prevenzione Sanitaria, nonchè di sostituire il Round HWCS di Genova 2020 – già cancellato dal Calendario Internazionale – con il nuovo evento di Qualifica Continentale Europea per Nazioni di prossima determinazione da parte di World Sailing e CIO ad integrazione dell’ Olympic Qualification System finalizzato alla partecipazione dei prossimi Giochi Olimpici Tokyo 2020, fermo restando che eventuali diverse soluzioni internazionalmente adottate per l’allocazione dei Posti/Nazione non saranno prese in considerazione per l’inserimento nel Team Performance”.

Quindi non si terrà degli eventi compresi nel periodo di copertura dei DPCM, che ovviamente non si sono svolti, e che l’evento che servirà per recuperare la cancellata Hempel World Cup di Genova, quando verrà individuato, sarà compreso nella selezione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here