SHARE

Su Fare Vela l’America’s Cup’ è offerta da:

Auckland, Nuova Zelanda– Anche i media neozelandesi prendono atto che il ricorso all’Arbitration Panel sulla cancellazione o rinvio delle AC World Series di Cagliari sarà inevitabile. La risposta di ieri mattina data dal COR 36 Luna Rossa Prada Pirelli, ovvero rinvio della regata a nuova data se possibile dopo l’attenta valutazione della situazione sanitaria da COVID-19, contrasta radicalmente con quanto affermato da Emirates Team New Zealand, cancellazione dell’evento.

La questione, certamente secondaria alle considerazioni di priorità sul momento che stanno vivendo Italia ed Europa in base all’emergenza sanitaria, evidenzia come i rapporti tra defender e challenger of record si siano ormai raffreddati, se non proprio rovinati. Da ex alleati a rivali in lotta per la Coppa. D’altra parte l’avvicinarsi della Coppa America e delle regate di selezione, previste a partire dal dicembre 2020 ad Auckland, non fanno che confermare che in Coppa “non c’è secondo” e le liti fanno parte della tradizione.

L’Arbitration Panel, quindi, sarà chiamato a pronunciarsi sulla questione del rinvio o della cancellazione delle ACWS di Cagliari. Pe farlo appare scontato che debba attendere l’evoluzione della crisi, con l’auspicio che le misure radicali prese dai Governi in atto in Italia, seguite da Spagna, Francia e in parte anche Germania, diano i primi risultati tra circa 7-10 giorni. Il Regno Unito sembra purtroppo aver scelto una strada diversa e assai pericolosa. Se la curva italiana si appiattirà per poi decrescere, una data B potrebbe essere anche trovata tra maggio e giugno. Il resto d’Europa, però, ha simili grafici, ma con dieci giorni di ritardo. Non resta che attendere.
Tra l’altro è notizia di oggi che la Nuova Zelanda ha deciso la quarantena di 14 giorni per chiunque rientri in Nuova Zelanda, cittadini kiwi o stranieri.

La reale questione, però, è proprio quella del tempo a disposizione dei quattro team. Variabile fondamentale in una campagna di Coppa America, dove la sperimentazione e le ore in acqua sono sempre di primaria importanza, come ripetono sempre i responsabili dei team.

Luna Rossa è a Cagliari, di nuovo in cantiere per rifare la prua dopo l’avaria di due giorni fa.
Britannia è a Cagliari, anche se vi sono voci che il team stia per rientrare a Portsmouth.
Defiant si trova a Pensacola e attende decisioni, ma appare evidente come American Magic rinuncerebbe al suo spostamento in Europa.
Te Aihe si trova su un cargo in viaggio nell’Oceano Indiano, lontanissima dalla base di Auckland, dove peraltro i kiwi hanno usato la barca in scala per procedere nella sperimentazione.

IL SailGP ha cancellato oggi anche l’evento di San Francisco del 2-3 maggio, in cui INEOS Team UK era coinvolto dopo aver vinto il primo GP a Sydney. Non vi sono commenti ufficiali da parte dei quattro team dopo quelli di ieri.

Ci sono ben altre priorità in questo momento. Quando l’emergenza finirà, però, non sono da escludere liti con ampio ricorso agli Arbitri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here