SHARE
Il presidente di WS Kim Andersen

Londra– World Sailing ammette implicitamente la crisi finanziaria in cui versa con una dichiarazione inviata ieri a nome del presidente Kim Andersen.
World Sailing dichiara di aver fatto ricorso alle sovvenzioni che il Governo del Regno Unito ha immesso per le aziende britanniche in seguito alla crisi Coronavirus.

Il presidente di WS Kim Andersen

Il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al 2021 porterà anche al ritardo nella riscossione della quota dei diritti riservata alla vela, quota che la gestione di Kim Andersen attendeva per pianificare le sue mancanze di bilancio.
Nel comunicato si legge anche che la maggior parte del personale è stata messa in congedo concordato tra il 15 aprile e il 6 maggio. Il 6 maggio il Board deciderà se prolungare ikl congedo o riprendere la normale attività.

Ricordiamo che proprio gli altissimi costi di gestione della nuova sede londinese di World Sailing, scelta al posto di quella a Southampton dall’ex CEO Andy Hunt, sono tra le cause delle perdite finanziarie.

Il Board ha anche chiesto ai quadri alti di World Sailing di concordare una riduzione dello stipendio di un 20 per cento fino a fine 2020.

L’attesa, come confermato anche dal presidente FIV Francesco Ettorre nella nostra intervista pubblicata il 14 aprile, è per un radicale rinnovamento di World Sailing alla prossima Assemblea elettiva del 1 novembre 2020 ad Abu Dhabi.

Qui il testo originale del comunicato di Kim Andersen.

“World Sailing’s Board of Directors continues to keep the finances and operations of World Sailing under very close review during the COVID-19 virus pandemic and the effect it is having on all international sports federations.

The United Kingdom Government has made available a generous financial support scheme which can be accessed by World Sailing (UK) Limited (the company which employs the World Sailing staff) to support salary costs during the crisis. Like many organisations within the UK, the Board has decided to take advantage of this scheme in order to ensure the long-term financial viability of World Sailing.

From 15 April 2020 until 6 May 2020, almost all World Sailing staff are being placed on ‘furlough leave’. World Sailing will fund any difference in pay. After 6 May, the Board will review the position with the Senior Management Team and decide whether furlough leave is extended or whether staff will return to work. A small number of senior managers will not be on furlough leave and remain at work

In addition to this measure, the Board has requested that World Sailing staff earning more than a certain amount take a 20% pay reduction until the end of the year (or earlier if possible). This requires the individual agreement of the staff and we have been consulting with the staff on the viability of this proposal. Overall, the Board continues to have frequent discussions with our partners concerning the impact of the postponement of the Olympic Games in order to ensure our financial health is as stable as possible.

Kim Andersen on behalf of the Board of Directors”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here