SHARE
KIm Andersen

Londra– Ancora un aggiornamento, che se confermato avrebbe del clamoroso, sulla gestione di Kim Andersen al vertice di World Sailing. Ad opera del giornalista nautico norvegese Mikkel Thommessen di Seil Magasinet, che già aveva evidenziato la mala gestione nell’affaire del trasloco della sede da Soputhampton al costoso centro di Londra, arriva un’altra notizia.

Kim Andersen avrebbe impiegato dal 2016 ben 250.000 sterline del bilancio World Sailing per una società di consulenza, la TSE Consultant, senza giustificare nel bilancio né comunicare al Board di World Sailing la destinazione di tali fondi né il tipo di lavoro effettuato dai consulenti.

KIm Andersen

In serata Kim Andersen ha smentito la notizia in un’email alla rivista Seil, la cui traduzione inglese riportiamo qui.

La posizione di Kim Andersen si fa sempre più complicata. Anche all’interno di World Sailing, secondo quanto risulta a Fare Vela, vi sarebbero valutazioni negative sull’operato di Andersen da parte di membri dello staff. E, soprattutto, vi sarebbero interrogazioni alla Commissione Etica di World Sailing stessa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here