SHARE

Trieste– La Barcolana presented by Generali 2020 si farà. Lo ha confermato al quotidiano triestino Il Piccolo il presidente della Società Velica Barcola Grignano Mitja Gialuz. L’organizzazione sta studiando delle modificiche in base agli scenari post Covid-19, ma la concerma dell’evento c’è. La regata vera e propria è in programma per domenica 11 ottobre. Per la parte a terra, confermati la Barcolana Young riservata ai giovanissimi e l’evento dei 69F, i monotipi foil di nuova generrazione che proprio a Trieste terranno una tappa del loro primo circuito.

Per il villaggio a terra, si pensa di ridurre gli Stand sulle Rive e di proprorre nuovi format hi-tech per consetitre la visibilità della regata in tutto il mondo.

Ricordiamo che da inizio maggio, il Consiglio di Amministrazione di Barcolana srl e il Consiglio direttivo della Società Velica di Barcola e Grignano hanno integrato il proprio Advisory Board, composto originariamente da esperti di regate, con un team di medici e scienziati, tutti sportivi, appassionati di mare e con formazione triestina ma esperienza internazionale. Si tratta di Alessandro Bavcar, medico referente per la promozione della salute presso il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina, di Stefano Fabris, fisico e direttore dell’Istituto Officina dei Materiali del CNR, di Paola Storici, biochimica, senior researcher del Sincrotrone di Trieste, di Serena Zacchigna, Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università di Trieste e direttrice del Laboratorio di Biologia Cardiovascolare dell’ICGEB. I quattro scienziati sono entrati a far parte del Comitato che, da cinque edizioni, consiglia gli organizzatori della Barcolana presented by Generali in relazione alle scelte di innovazione dell’evento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here