SHARE
Laser Radial in regata. Foto Assolaser

Livorno– Dopo la riapertura dei circoli velici e la ripresa degli allenamenti l’obiettivo della ripartenza post Covid si sposta ora sugli eventi agonistici. Nei giorni scorsi si è tenuto un nuovo incontro tra la Federazione Italiana Vela e le Classi italiane. Argomento le prime linee generali su date e modalità della ripresa per l’attività agonistica della vela, in attesa di un decreto del Governo, atteso entro la scadenza del 14 giugno 2020. La ripresa dell’attività Zonale sarebbe prevista per il 10 luglio.

Laser Radial in regata. Foto Assolaser/Battista

L’Associazione Italiana Classi Laser riporta questa sintesi da parte del presidente AICL e tecnico Gianni Galli:

“Una prima attività zonale, (se nel frattempo non sopraggiungeranno indicazioni diverse) inizierà il 10 Luglio. Ovviamente rispettando tutte le norme di sicurezza previste dal decreto. Questo, specialmente per le classi con alto numero di partecipanti come la nostra dovrà prevedere una scelta di location, adatte a osservare le misure di sicurezza richieste. In poche parole, per ospitare una regata zonale di 35/40 e in alcuni casi anche 50 imbarcazioni saranno necessari grandi spazi più o meno come quelli di solito utilizzati per una regata nazionale.

Come singolo noi saremo abbastanza avvantaggiati anche se dovremo risolvere il problema degli alti numeri in relazione alle distanze da rispettare, anche a livello zonale. Sicuramente alcune classi in doppio ma con numeri inferiori, avranno meno problemi anche svolgendo attività di regate nazionali.

Dopo la ripresa dell’attività zonale, noi ci auguriamo di poter ripartire a metà settembre con il Campionato di Distretto all’isola d’Elba. Il programma di massima, comunque da rivedere confrontandoci con FIV, con le esigenze delle altre classi e la disponibilità degli ufficiali di regata, dovrebbe proseguire a metà ottobre con una regata nazionale a Salerno, mentre a novembre, sulla carta sono previste ancora 2 regate nazionali valide per la Ranking List 2021. La prima a inizio mese a Reggio Calabria e la seconda ad Andora.

Le regole da rispettare saranno quelle dettate dal decreto, unite a ulteriori indicazioni contenute in un apposito protocollo dalle autorità sportive, con specifiche indicazioni che riguarderanno il nostro sport. Tutto questo comunque da applicare alla revisione e definitiva stesura della nostra bozza di calendario che dovrà tenere conto dell’organizzazione del CICO nell’ultima parte di settembre, e dei campionati giovanili che se organizzati potranno essere divisi per classi e distribuiti in più circoli.

Oltre a questo dovremo fare spazio anche ad attività di livello internazionale che per ora non sono state annullate e che occuperanno delle date nel mese di ottobre. Per quanto riguarda le due nazionali di novembre, sarebbe veramente utile poterle organizzare per iniziare a formare la Ranking List 2021 in quanto le prime attività internazionali del 2021 inizieranno già dai primi mesi dell’anno”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here