SHARE
Da sinistra. Alessandra Sensini, Francesco Ettorre, Andrea Leonardi e Antonio Tamburini alla presentazione del CICO 2020

Follonica– La vela italiana dei grandi eventi riparte dal CICO. Sono stati infatti presentati oggi a Follonica i Campionati Italiani Classi Olimpiche 2020. Se per la vela d’altura è Gaeta a ospitare in questa settimana la manifestazione che assegna il titolo tricolore, la vela olimpica si ritroverà nel Golfo di Follonica dal 17 al 20 settembre.

Da sinistra. Alessandra Sensini, Francesco Ettorre, Andrea Leonardi e Bruno Tamburini alla presentazione del CICO 2020

Il CICO, che sarà organizzato dalla LNI Follonica, dal CN Follonica e dal CN Scarlino (che ospiterà la vela paralimpica), avrà come base logistica la sede della Lega Navale Italiana Follonica presieduta da Bruno Tamburini. Le dieci classi olimpiche saranno ospitate sulla spiaggia in concessione alla LNI, appena a sud della foce del fosso Cervia, dove verranno ospitati i gommoni assistenza e dei coach accreditati.
Al Marina di Scarlino saranno invece ospitati i 2.4 e gli Hanse 303 paralimpici.
Al CICO sarà presente anche la classe Kitebording nella sua versione foil.

La spiaggia della LNI Follonica. Il parco barche sarà sistemato nella concessione dove al momento si trovano gli ombrelloni blu dei Marinai d’Italia, che saranno rimossi ai primi di settembre.
Sullo sfondo la scogliera di protezione dell’uscita a mare per i gommoni e il nuovo pontile galleggiante.

Da segnalare che alla regata parteciperanno anche alcuni equipaggi di spicco del panorama olimpico, a cominciare dai campioni del Nacra 17 in allenamento a Punta Ala in queste settimane. Già iscritta anche l’irlandese Annalise Murphy, argento a Rio 2016 nei Laser Radial.

Il presidente della LNI Follonica ha sottolineato come la regata rispetterò i protocolli anti Covid-19. Per evitare ogni tipo d’assembramento a terra, si sta pensando di potenziare l’arbitraggio in acqua, che sarà applicato anche alle classi Laser, e l’uso dell’arbitrato invece della classica udienza per risolvere le proteste.
I campi di regata saranno cinque, occupando tutto il Golfo dal Puntone a Torre Mozza. Per ogni comunicazione sarà utilizzata l’App My Federvela.

Nell’occasione abbiamo tracciato un primo bilancio sulla ripresa dell’attività velica in Italia.
Rispondendo a una domanda di Fare Vela, il presidente Francesco Ettorre ha sottolineato come “I numeri delle scuole vela in tutta Italia stiano dando dei risultati eccezionali e il merito va all’impegno delle società, dei circoli. Tutti insieme siamo riusciti a far passare nelle famiglia un messaggio chiaro, ovvero che la scelta di una scuola vela è ottima per i propri figli. Una scelta sicura, come testimoniano i numeri che stiamo registrando, che per i tesserati scuole vela già oggi, 24 agosto, sono suoperiori a quelli di tutto il 2019”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here