SHARE

Follonica– Urla e biancheggia il mare nel Golfo di Follonica per la prima giornata del Campiopnato Italiano Classi Olimpiche 2020. Quando il Maestrale soffia tra i 16 e i 21 nodi come oggi, il Golfo si trasforma quasi in un lago, con il vento che scende dalla costa di Torre del Sale. L’onda è corta e impegnativa e lo spettacolo è assicurato.
Quando in acqua vi sono poi fior di campioni, come la leggenda Robert Scheidt o la radialista irlandese Annalise Murphy che fa il vuoto dietro di sè scendendo tra le onde in costante planata, viene da pensare che questo CICO si avvicina davvero a una tappa della World Cup. Un bellissimo modo di concludere un anno tormentato dalle vicende Covid.
E i migliori italiani si sono fatti subito notare, a cominciare da Alessio Spadoni, quarto nei Laser e primo italiano, da Federico Colaninno nei Finn e da Crivelli Visconti-Chistè nei 49er. Nei Radial, dietro all’imprendibile Murphy (argento a Rio 2016) è subito lotta tra Joyce Floridia e Silvia Zennaro per il titolo italiano.

https://www.facebook.com/watch/?v=623980248295046&extid=Tx6qlCEvpyo7htZk

Da segnalare due incidenti nelle classi foil, con un velista di iQ Foil e un Kiter che sarebbero dovuti ricorrere al Pronto Soccorso per dei tagli inferti dai foil delle proprie attrezzature dopo due cadute.

Domani si replica, sempre a partire dalle ore 12.

Il dettaglio

Laser Standard maschile (88 timonieri) – Si corre con due batterie. In testa con tre primi di manche l’olimpico guatemalteco Juan Ignacio Maegli (1-1-1), davanti allo statunitense Charlie Buckingham (1-1-3) e al leggendario fuoriclasse brasiliano Robert Scheidt (3-2-2, 47 anni e 5 medaglie olimpiche). Primo degli azzurri, quarto, Alessio Spadoni (CC Aniene) (2-5-1), poi Marco Gallo (Fiamme Gialle) settimo (5-3-2) e Dimitri Peroni (FV Malcesine) ottavo (4-4-4). Giovanni Coccoluto (4-ufd-7) incappa in un UFD che in attesa dello scarto lo porta lontano dai primi.

Laser Radial femminile (41 timoniere) – Dominio assoluto dell’argento di Rio 2016 e specialista del vento forte, l’irlandese Annalise Murphy (1-1-1), ma tengono il ritmo le azzurre: Joyce Floridia (Fiamme Gialle) è seconda (4-2-4), Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) terza (5-4-2), Chiara Benini Floriani (FV Riva) quinta (3-10-5) e Carolina Albano (Fiamme Gialle) sesta (6-7-7).

49er (8 equipaggi) – Grande avvio per Uberto Crivelli Visconti (Marina Militare) e Leonardo Chistè (FV Riva) (1-4-1-1), davanti a Simone Ferrarese (CV Bari) e Gianmarco Togni (Marina Militare) (3-1-2-3) e ai giovani Marco Anessi e Edoardo Gamba, terzi.

49er FX (8 equipaggi) – Confermano lo stato di forma visto a Kiel Jana Germani e Giorgia Bertuzzi (Sirena Trieste-FV Malcesine) (1-1-1-6), precedono le croate Nincevic e Vitturi e le altre azzurre Carlotta Omari e Matilda Distefano (Fiamme Gialle- Triestina Vela), terze (3-2-2-2) e Alexandra Stalder e Silvia Speri (Marina Militare), quarte (6-8-3-3).

470 maschile, femminile e misto (30 equipaggi) – In gara 14 equipaggi maschili, 11 mixed e 6 femminili. Tra gli uomini dominio dei francesi Kevin Peponnet e Jeremie Mion (ex campioni del mondo) (1-1-1-1), davanti agli azzurri Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (3-4-3-2), quarti Matteo Capurro e Matteo Puppo (2-5-5-4) alle spalle dei tedeschi Winchel e Cipsa.

Tra le ragazze prime le greche Maria Bozi e Rafalina Klonaridou, quinte, davanti alle azzurre Benedetta Di Salle (Marina Militare) e Alessandra Dubbini (Fiamme Gialle), seste (4-7-10-8). 15° posto per le altre azzurre Elena Berta (Aeronautica Militare) e Bianca Caruso (Marina Militare). Buon esordio per il tre volte mondiale Optimist Marco Gradoni, 16 sanni, con Ettore Cirillo, noni (7-8-12-14). Da segnalare che è in gara con un altra timoniera greca (Dimitra Pagida, 18° posto provvisorio) un’altra medaglia olimpica e velista mondiale dell’anno alcune stagioni fa, Sofia Bekatorou.

Classe Finn (25 timonieri) – Ottimo avvio per il giovane Federico Colaninno (YC Gaeta) (2-1-1), che precede Marko Kolic (FV Peschiera) (1-2-2) e Matteo Iovenitti (CC Aniene) (3-3-3). Seguono Strappati, Ronconi e Buglielli.

windsurf IQ Foil (18 atleti) – Spettacolo per le nuove tavole a vela che volano sui foil, scelte per le Olimpiadi del 2024, e all’esordio al CICO, per scelta degli stessi surfisti che pure sono in preparazione per i Giochi di Tokyo con la tavola RSX. In testa gli specialisti del foil: Bruno Martini (CS Torbole), davanti a Jose Tomasi (LNI Riva del Garda) e a Riccardo Renna (CS Torbole). Rincorrono gli azzurri del windsurf olimpico tradizionale: Nicolò Renna (CS Torbole) quinto (4-9-18-1-5), Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) sesto (5-5-8-2-7).

Tra le ragazze, Marta Maggetti (Fiamme Gialle) è al 15° posto (14-15-13-14-dns) e precede Giorgia Speciale, al 16°.

Kiteboarding (31 kiter) – In testa sembra imprendibile lo specialista Mario Calbucci (CV Portocivitanova) (sei primi su sei prove), inseguito da Alessio Brasili (CV Fiumicino) e Niccolò Magrograssi (Kite Campione). Prima femminile Sofia Tomasoni (WC Cagliari), medaglia d’oro alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires 2018, quindicesima (15-10-7-10-10-8), con Maggie Eileen Pescetto (YCI) 14ma e Irene Tari (CV Portocivitanova) 15ma.

Alla Marina di Scarlino regatano le Classi Paralimpiche:
2.4 mR Parasailing (16 timonieri) – Subito al comando Antonio Squizzato (SCG Salò) (1-1-2), davanti a Davide Di Maria (Salò) (2-2-1) e a Giancarlo Mariani (Liberi nel vento) (5-4-3).

Hansa 303 Parasailing (singola e doppia) (32 equipaggi) – Dopo due prove in testa Francesca Ramazzotti (FV Desenzano (2-1), davanti a Giuseppe Tisci (LNI Palermo) (3-2) e a Maria Cristina Atzori (Veliamoci) (1-3).

I MASSAGGI PER GLI ATLETI AL GONFIABILE CETILAR – Una equipe di massaggiatori è al servizio dei velisti nei pressi della LNI Follonica, dove sono situate quasi tutte le classi, servizio voluto e curato da Cetilar, partner FIV.

SABATO 19 DIRETTA RAI SPORT – Sabato 19 è prevista una diretta dal CICO su Rai Sport, condotta da Giulio Guazzini che avrà numerosi ospiti in studio a commentare le immagini delle regate del giorno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here