SHARE

Genova– Dopo due giorni di regata, i primi concorrenti del Grand Prix d’Italie – Coppa Alberti dello YC Italiano hanno passato le Bocche di Bonifacio tra questa mattina e il primo pomeriggio.
Like Crazy (912) dello skipper uruguaino Federico Waksman accompagnato dallo spagnolo Diego Stefani è stata la prima imbarcazione a doppiare la cardinale Sud Lavezzi nel famoso stretto tra Corsica e Sardegna alle ore 10.46.

La partenza da Genova. Foto Martina Orsini

Alle 12.29 sono passati gli italiani Francesco Farci e Matteo Ichino a bordo di Gintonic (520), seguiti da Xuclameta 807 degli spagnoli Carlos Manera e Gerard Marin alle 12.46, da Cellissima.doc (993) degli italiani Fausto Cella e Alberto Riva alle ore 12.54, da Christian Kargl e Lisa Berger l’equipaggio austriaco di All Hands On Deck (980) alle ore 12.56. In procinto di doppiare la meda al momento di scrivere queste righe, Antistene (992) dei romani Giammarco Sardi e Alessandro Torresani.

Staccato di otto miglia dal gruppo di testa, il primo inseguitore è Kairos (552) di Djemila Tassin e Felip Moll Marques mentre il resto della flotta è sparpagliata lungo la costa sud occidentale della Corsica.

Seconda parte: un ritorno veloce verso Genova

Se la prima parte del GPI è stata caratterizzata da venti prevalentemente deboli, contrari e molto instabili, promette di essere più ventosa e veloce la seconda parte del percorso, ovvero il ritorno verso Genova dopo aver lasciato l’isola di Giannutri a sinistra e tutte le altre isole dell’Arcipelago Toscano a dritta per le ultime 280 miglia. In effetti, tutti i modelli di previsione meteo concordano nel dire che, già da martedì, dovrebbe distendersi su tutto il Tirreno un vento da sudest sui 15 nodi di intensità media con rinforzi locali, e che questa situazione dovrebbe mantenersi tale mercoledì e giovedì. Dopo tanta bolina nelle ariette quindi, ancora un giorno di venti leggeri poi largo ai laschi e alle andature portanti ad alta velocità per i 21 Mini 6.50 ancora in lizza in questa combattuta ed appassionante quattordicesima edizione del Grand Prix d’Italie.

In palio per il primo arrivato a Genova c’è il 65ma Trofeo Challenge Coppa Andrea Alberti, un traguardo che il leader potrebbe raggiungere tra circa 48 ore, mercoledì nel primo pomeriggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here