SHARE

Roma– Dopo i chiarimenti del presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul DPCM del 3 novembre, la cui entrata in vigore è stata rimandata a venerdì 6, pubblichiamo le specifiche direttive del CONI sulla pratica sportiva.

Il DPCM del 3 novembre

dpcm_3_novembre_2020

La FIV ha in preparazione un documento di sintesi con le misure previste che sarà diffuso venerdì.

 

Allenamenti a livello Nazionale e Zone Gialle:
Restano consentiti gli allenamenti all’aperto, mentre le sessioni di allenamento a porte chiuse sono consentite solo ad atleti degli sport individuali e di squadra, partecipanti ad eventi e competizioni riconosciute di interesse Nazionale dal CONI e dal CIP, attraverso apposita delibera.
In sintesi, non saranno più gli Enti e le Federazioni a stabilire quali sono le competizioni di interesse nazionale ma il CONI stesso. E questo dovrebbe di fatto andare a regolamentare il caos scatenatosi questa settimana. Per cui al momento tutti fermi fino a nuovi protocolli.
È stato inoltre reintrodotto il divieto di utilizzo degli Spogliatoi.

Zone Arancioni:
Seguono le stesse regole delle zone verdi, con ulteriore restrizione sugli spostamenti.

Zone Rosse:
Vengono sospese le attività sportive anche nei centri sportivi all’aperto. Resta consentita solo l’attività individuale all’aperto e l’attività motoria nei pressi del proprio domicilio.

Ricordiamo che la vela non è uno sport di contatto, quindi può continuare a essere praticata sia in forma individuale sia in equipaggio per allenamenti o uscite private, nel totale rispetto dei Protocolli e delle norme sugli spostamenti appena entrate in vigore.

 

Per le regate sono evidentemente escluse quelle nazionali, per l’impossibilità di spostamento tra e dalle regioni rosse, e per quelle già in calendario zonale FIV dipenderà dalle singole decisioni dei circoli nelle regioni gialle.

Ovviamente vale il rispetto dei Protocolli nelle zone gialle, mentre in quelle rosse vige il divieto di spostamento fuori del Comune e i validi motivi.

Non è ovviamente possibile raggiungere la propria imbarcazione fuori regione per chi abita in Piemonte, Lombardia, Valle d’Aosta e Calabria.

Lo spostamento tra regioni gialle è consentito, ma vale la raccomandazione di limitare le occasioini di contatto e gli spostamenti non necessari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here