SHARE

Porto Cervo- Deciso oggi l’annullamento del Grand Prix 4 – la sesta regata del circuito Persico 69F CUP – programmato per la settimana prossima a Porto Cervo. Gli organizzatori, assieme allo Yacht Club Costa Smeralda, valutato l’evolversi della situazione sanitaria in relazione al Covid-19 e le complessità collegate ai provvedimenti di contenimento della pandemia, hanno scelto di chiudere la prima stagione con un Grand Prix di anticipo rispetto al calendario.

La classifica della Persico 69F CUP dopo il terzo Grand Prix, disputato a Malcesine a fine settembre, diventa quindi definitiva e vede quale primo vincitore assoluto della CUP l’armatore Roberto Lacorte su FlyingNikka 47, al fianco di Lorenzo Bressani ed Enrico Zennaro.

Seconda piazza per l’altro equipaggio della “scuderia” di Lacorte, FlyingNikka 74 (Alessio Razeto, Lorenzo De Felice, Andrea Fornaro), mentre al terzo posto si classifica il Kingdom Team Netherlands, portabandiera dello yacht club olandese KWVL (Odile van Aanholt, Emma Savelon, Jorden van Rooijen, Bart Lambriex e l’italiano Guido Gallinaro).

Race day 2

“Complimenti a Roberto Lacorte e al suo team – ha dichiarato Giorgio Benussi, Chief commercial officer di Coming Solutions, la società che ha ideato e dato vita al progetto 69F – l’entusiasmo, l’impegno, la voglia di mettersi in gioco di Lacorte è stata di esempio e ispirazione per tutti noi, che in questa prima stagione abbiamo lavorato con l’obiettivo di portare molta innovazione nel mondo della vela. I risultati sportivi sono evidenti, tanto che siamo pronti per un imponente salto di qualità in chiave internazionale, indotto dal successo e dall’interesse riscosso dalle attività che abbiamo svolto. Un ringraziamento va allo Yacht Club Costa Smeralda che ci aveva messo in condizioni di regatare al meglio e di essere ospitati dal Club anche a novembre nella tappa di chiusura della stagione: il nostro è solo un arrivederci a luglio 2021, quando lo YCCS ospiterà il Grand Prix 2 della prossima, attesissima stagione”.

Il Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, Michael Illbruck, ha dichiarato: “Siamo coscienti che in questo momento la tutela della salute viene prima di tutto, aspettiamo di accogliere la flotta dei Persico 69F il prossimo anno con Young Azzurra che farà gli onori di casa. Non vediamo l’ora di vedere nuovamente la vela protagonista nelle nostre acque!”

Tornando ai risultati sportivi, i protagonisti della vittoria della prima edizione della Persico 69F CUP sono gli equipaggi dei due team di Lacorte. “I ragazzi di FlyingNikka – ha commentato Dede De Luca, Chief Sailing Officer del circuito – hanno contribuito ad elevare da subito il livello della competizione: prova dopo prova abbiamo visto il circuito crescere e i velisti sviluppare tanta tecnica e migliorare le proprie competenze nel foiling, creando un circolo virtuoso, una crescita condivisa tra tutti i team che ha portato a un aumento dello spettacolo, del divertimento e del più puro agonismo”.

“Chiudere al primo e al secondo posto il circuito dei Persico 69F è davvero motivo di grande orgoglio e soddisfazione – il commento di Roberto Lacorte – soprattutto se consideriamo il livello degli avversari che abbiamo affrontato durante l’anno. Ed è un risultato frutto di un programma ben definito verso obiettivi altrettanto ben determinati. Sicuramente avremmo preferito chiudere il circuito scendendo in acqua per l’ultimo evento in programma, ma purtroppo la situazione è quella che è, quindi non possiamo che adeguarci. I primi complimenti sono per i miei due compagni di avventura, Lorenzo Bressani ed Enrico Zennaro, con cui ho vissuto momenti di sport indimenticabili. Poi ad Alessio Razeto, Lorenzo de Felice e Andrea Fornaro, il resto del team che a bordo della 74 ci ha dato davvero filo da torcere. Complimenti anche all’organizzazione del campionato e a chi ha avuto la brillante idea di proporre qualcosa di realmente moderno, in linea con la direzione che sta prendendo la vela del terzo millennio.

Questa vittoria ci carica e ci motiva per l’anno prossimo, quando con le due FlyingNikka difenderemo questo primo e secondo posto, in quello che senza dubbio sarà un circuito ancora più competitivo e difficile. La nostra partecipazione al circuito 69F – conclude Lacorte – si affiancherà al progetto dell’erede di SuperNikka, su cui abbiamo già iniziato a lavorare. Un progetto che sarà innovativo da tutti i punti di vista e che presto sarà un piacere poter condividere con gli appassionati”.

In totale sono 40 i team che hanno regatato nella prima stagione di attività del 69F: di questi 17 sono stati coinvolti nella Persico 69F CUP e 30 nelle due Revolution, gli eventi che hanno monopolizzato l’attenzione nel mese di agosto per la loro innovativa formula a tabellone. Il team 69F sta inoltre lavorando a un progetto internazionale che verrà annunciato nelle prossime settimane, mentre i cantieri continuano a lavorare sui prossimi monotipi: presto la line-up completa vedrà sei barche nella flotta del circuito 69F, quattro nel mercato svizzero con base a Ginevra, una in Olanda e una in Hong Kong.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here