SHARE
Gli scafi rovesciati di Hallucine. Foto Lindman

Vigo– Tragedia in Atlantico, dove nella notte tra venerdì e sabato scorsi il catamarano francese Hallucine, diretto a Las Palmas de Gran Canaria, ha scuffiato. Il membro dell’equipaggio che era di guardia è purtroppo scomparso e il suo corpo, privo di vita, è stato recuperato 36 ore più tardi. Lo skipper Regis Guillemot e gli altri due membri dell’equipaggio sono riusciti a restare all’interno del cat scuffiato e a lanciare il may day. I tre sono stati poi recuperati dal cargo finlandese Midas, diretto a Ponta Delgada (Azzorre).

Gli scafi rovesciati di Hallucine. Foto Lindman

Secondo la versione dello skipper, Hallucine stava navigando con due mani di terzaroli in 20 nodi di vento, quando un oggetto galleggiante non identificato (UFO) avrebbe urtato il catamarano causandone la scuffia.

Dalla foto diffusa dall’equipaggio del Midas, non si vedrebbero segni di collisioni nello scafo.

Il salvataggio dei tre superstiti dal naufragio di Hallucine da parte del cargo finlandese. Foto Lindman

Hallucine era un Marsaudon TS50, di 50 piedi, che avevao vinto l’ARC 2019 tra i multiscafi dopo aver ottenuto anche i line honour overall nel Rally atlantico. Hallucine stava navigando da Morbihan a Las Palmas de Gran Canaria, dove avrebbe preso parte all’edizione 2020 della stessa ARC.

Sull’incidente riportiamo l’opinione in video di Patrick Phelipon, l’esperto navigatore oceanico francese residente in Italia che prenderà parte all’ARC sul Neel 47 Minimole di Aldo Fumagalli e che abbiamo intervistato a Las Palmas. Hallucine sarebbe stato proprio uno dei rivali di Minimale nella prossima ARC.

Hallucine

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here