SHARE

Fregata Nivôse, 350 miglia a nord delle Isole Crozet- Kevin Escoffier è stato trasferito nella mattinata di oggi (3:15 CET) da Yes We Cam alla fregata Nivôse della Marina Nationale francese. L’operazione è avvenuta in modo rapido attraverso un gommone varato dalla fregata, che ha raggiunto la posizione di Jean Le Cam.

Escoffier ha indossato la muta da sopravvivenza e si è poi tuffato in mare per essere subito issato sul gommone, con cui ha poi raggiunto la fregata. La Nivôse farà rotta adesso sull’isola francese di La Reunion, mille miglia a nord, da dove lo skipper ritornerà in Francia in aereo.

Questo il video dello sbarco, con i saluti e l’abbraccio tra Jean Le Cam e Kevin Escoffier. Il velista francese era naufragato cinque giorni fa con il suo PRB, spezzatosi in due a sud del Capo di Buona Speranza. Jean Le Cam era stato allertato dalla direzione di regata e subito deviato verso la posizione comunicata da Escoffier nel MayDay. IL recupero è avvenuto nella notte dopo 12 ore di permanenza di Escoffier sulla zattera di salvataggio.

Nei prossimi giorni è attesa la quantificazione dell’abbuono concesso a Le Cam dalla Giuria Internazionale. L’abbuono sarà calcolato in base al tempo impiegato nel recupero, alle diverse condizioni meteo che Le Cam ha dovuto affrontare e al tempo dell’incontro con la Nivôse.
Abbuoni saranno concessi anche agli altri skipper coinvolti nell’operazione di Search and Rescue: Boris Herrmann e Yannick Bestaven. Il terzo, Sebastien Siomon, si è purtroppo dovuto ritirare a Cape Town dopo la collissione con un UFO.

 

Jean Le Cam, che dalla fregata francese ha ricevuto anche una scorta addizionale di cibo a compensare quello donato al suo ospite Escoffier, si trova al momento in sesta posiziuone a 360 miglia dal leader Charlie Dalin. Dopo aver risolto i problemi al pilota automaticvo, che lo aveva fatto addiorittura pensare al ritiro, Louis Burton ha ripreso subito ad attaccare da sud e si è di nuovo posizionato più vicino alla seconda depressione in arrivo da ovest nei Quaranta Ruggenti. Alle 18 CET era secondo, a 189 miglia da Dalin. Terzo Thomas Ruyant su LinkedOut, a 208 miglia.
Giancarlo Pedote è tornano in nona posizione, a 596 miglia da Dalin.

Da Prysmian Group arriva questo video dove Pedote descrive la paura nella navigazione nel Sud Indiano:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here