SHARE

Auckland– Grande attesa per le regate della Prada AC World Series che iniziano il 17 dicembre. L’anteprima della Prada Cup (che inizierà il 15 gennaio) e della conclusiva 36th America’s Cup (6-21 marzo 2021), sarà trasmessa in diretta dai canali RAI (Rai2) e rilanciata da altri siti specializzati, tra cui Fare Vela, e dai social Facebook e YouTube.
Le dirette inizieranno alle 4 del mattino per concludersi alle 7 (tra le 15 e le 18 ora locale di Auckland).

La RAI ha realizzato il promo per le dirette, prodotto da One More Pictures e a cui abbiamo collaborato per i testi e il concept, che sarà trasmesso nei prossimi giorni per lanciare l’evento.
Questo il link per vedere il promo.

Questa la versione breve da 45″, a cui seguirà nei prossimi giorni quella integrale da 2′ 30″ visibile su RaiPlay.

Oggi, nella terza giornata di regate di prova programmate, è scesa in acqua solo Te Rehutai. Luna Rossa è rimasta alla base, così come non si sono fatti vedere Patriot di American Magic e BRITAnnia di INEOS Team UK. I britannici, secondo alcuni osservatori, sarebbero il team che ha maggiori problemi di velocità e stabilità del volo da risolvere.

Max Sirena, skipper di Luna Rossa Prada Pirelli, ha ammesso in un’interessante intervista al New Zealand Herald, il momentaneo vantaggio del defender:
“Come ho detto molte volte, l’obiettivo, il punto di riferimento sono i kiwi. Giovedì loro hanno mostrato la loro ottima velocità, specialmente in bolina. Così che noi abbiamo il bisogno di migliorare le nostre performance in bolina, anche se ieri abbiamo avuto dei piccoli problemi e non siamo stati in grado di navigare ai nostri target.

Sapevamo che ETNZ aveva fatto un gran balzo in avanti con la loro seconda barca perché li abbiamo seguiti nelle ultime settimane dal varo di Te Rehutai.
Sappiamo che sono forti in ogni condizione media-forte, così che ci piacerebbe navigare contro di loro in condizioni più leggere per vedere a che punto sono in quel caso.
Ma non sono certo sorpreso. Loro sono i defender e sicuramente hanno un vantaggio su tutti al momento. Ma lo sapevamo sin dal primo giorno. Sono molti capaci, è un buon team e non potevano che uscirsene con una barca veloce
(…)
In barca tutto è andato bene, non abbiamo avuto nessun problema tecnico, dipende solo da noi. Dobbiamo capire perché non abbiamo navigato al mostro potenziale ma dipende tutto dal tempo che passiamo in acqua. Abbiamo bisogo di navigare il più possibile da adesso fino all’inizio della Prada Cup.
Alcuni team saranno più competitivi nel vento forte e altri saranno più settati per il vento leggero così che speriamo ndi poter regatare in tutte le condizioni da vento forte a medio e leggero, in modo da essere capaci di coprire tutto il range della flotta e capire dove dobbiamo lavorare”.

 

I particolari dell’equipaggio:

Grazie alle ottime foto aeree di Gilles Martin Raget si apprezzano le differenze tra la posizione dell’equipaggio su Te Rehutai e Luna Rossa:

Te Rehutai: si nota la presenza di schermi di navigazione e dati sia a dritta sia a sinistra e la posizione molto più incassata dei velisti, per limitare al massimo il drag
Luna Rossa: il navigatore ha lo schermo a mano e i due pozzetti appaioni più larghi e meno profondi, senza separazione trasversale come nel caso dei kiwi. Notevole anche la differenza di forma della base della randa doppia. Si nota anche il  diverso sistema di rotazione dell’albero su Luna Rossa, con un settore circolare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here