SHARE
Le posizioni e i venti alle 18 CET di oggi. IN evidenza nella carta Windy le nuove e la fascia delle calme equatoriali, che i leader affronteranno domenica 17 gennaio dopo aver passato domani sera l'Equatore

Recife– Charlie Dalin continua a guidare il Vendee nell’Aliseo di Sud Est. Louis Burton incalza tirando al massimo delle possibilità il suo Bureau Vallee 2 e Thomas Ruyant fa da terzo incomodo con Boris Herrmann in fase positiva.
Giancarlo Pedote sembra accontentarsi di mantenere il suo buon ottavo posto. A duemila miglia dai primi, sta dando spettacolo Jeremie Beyou, ormai risalito con il suo Charal in 14esima posizione dopo essere ripartito, ricordiamo, con nove giorni di ritardo.

Beyou, a questo punto, potrebbe concludere il Vendee Globe con un tempo di regata migliore del vincitore, oltre ad aver già realizzato diverse giornate oltre le 400 miglia e la miglior percorrenza tra Buona Speranza e Capo Horn.
La sua ripartenza e il ritiro di Alex Thomson hanno tolto al Vendee i due favoriti che, viste le medie del resto della flotta, avrebbero lottato per il successo. Ma al giro del mondo anche l’affidabilità conta, e molto, come sostiene tra gli altri Giancarlo Pedote.

Pedote oggi da Prysmian nell’Aliseo

“Stiamo navigando di reaching e il mare è abbastanza ordinato”, spiega questa mattina Pedote,”Il ritmo è buono e la barca è ben avviata. L’idea è quella di sfruttare le condizioni attuali per recuperare più miglia possibili rispetto agli “amichetti” davanti che negli ultimi giorni hanno avuto più di vento di me. Sarebbe bello riuscirci. Spero che con il passaggio del Pot au Noir potremmo ridurre un po’ il divario con Boris (Herrmann), Damien (Seguin) e il gruppo di testa”.

Louis Burton è forse l’unico skipper ad aver sempre spinto al massimo, sin dalla partenza e nelle fasi più dure del Southern Ocean. Per lui potrebbe rivelarsi decisivo l’ormai prossimo passaggio dalle calme equatoriali, dove potrebbe portare l’attacco decisivo ad Apivia.

Qui Louis Burton descrive la sua giornata nell’Aliseo:

Dalin conduce e lo fa con una barca di ultima generazione, ma non sembra in grado di staccarsi da Burton e Ruyant. Alle 18 CET Apivia era a 450 miglia dall’Equatore, che sarà quindi attraversato nella serata di sabato, con 19 miglia di vantaggio su Burton e 37 sul tedesco Boris Herrmann, autore di un’ottima tre giorni nell’Aliseo. Ruyant è quarto a 55 miglia. Yannick Bestaven ha pagato le sue scelte nel Sud Atlantico e si trova adesso in sesta posizione. Prysmian Group è ottavo a 189 miglia da Apivia.

I modelli danno Apivia in testa a cinque giorni, ma senza riuscire a staccare il terezetto inseguitore Burton-Herrmann-Ruyant.

Le posizioni e i venti alle 18 CET di oggi. IN evidenza nella carta Windy le nuove e la fascia delle calme equatoriali, che i leader affronteranno domenica 17 gennaio dopo aver passato domani sera l’Equatore con evidenti i9 groppi tropicali e le zone di poco vento, 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here