SHARE
La Fiamma Olimpica arriva a Tokyo. Foto Reuters

Tokyo– Sta facendo molto discutere l’articolo del Times di Londra in cui si da per molto probabile la definitiva cancellazione delle Olimpiadi di Tokyo, la cui cerimonia d’apertura è prevista per il 23 luglio prossimo. Citando fonti interne al Governo giapponese, o almeno a sue parti, The Times sottolinea come “Nessuno vuole essere il primo a dirlo ma il consenso è che (con l’attuale situazione della pandemia, Ndr) l’organizzazione è troppo complessa”.

La Fiamma Olimpica arriva a Tokyo. Foto Reuters

Oggi sia il CIO sia il Governo nipponico hanno smentito la notizia del Times, definendola “priva di fondamento”.

I Giochi di Tokyo, già rinviati di un anno dal 2020 al 2021, sarebbero quindi cancellati e Tokyo si starebbe orientando per ripresentare la candidatura al primo slot disponibile, ovvero il 2032 (dopo le già assegnate Parigi 2024 e Los Angeles 2028).

Da parte del CIO, invece, si conferma che i Giochi saranno celebrati, con un attento programma sanitario di sicurezza. Il dibattito sarebbe aperto comunque anche all’interno dell’esecutivo nipponico. La fonte citata dal Times conclude che “Personalmente, credo che la cancellazione non ci sarà”, il che farebbe presagire ampi dissensi all’interno del Governo del Giappone, che sta comunque cercando una soluzione praticabile.

Il Comitato Olimpico Internazionale preme per farli, Tokyo usa tutte le cautele del caso. L’eventuale cancellazione sarebbe un’enorme perdita per il Giappone, che ha investito 25 miliardi di dollari nell’organizzazione.

La cancellazione complicherebbe molto anche i programmi di World Sailing e delle federazioni nazionali, con i velisti già selezionati e in preparazione per l’Olimpiade che, di fatto, salterebbero un quadriennio. A questo si aggiunge l’incertezza su quali classi sarebbero poi usate a Parigi 2024 (Marsiglia per la vela).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here