SHARE

Auckland– Dopo aver battuto per 4 a 0 American Magic nella semifinale, adesso per Luna Rossa si tratta di sfidare di nuovo Team Ineos Uk in finale di Prada Cup per ottenere la qualificazione alla 36th America’s Cup, che inizierà il prossimo 6 marzo. È questo l’obiettivo di una Luna Rossa in crescita e che nelle ultime regate ha dimostrato di poter essere competitiva in ogni condizione. E i tifosi italiani già sognano il testa a testa contro Team New Zealand e una rivincita che aspettano da 21 anni.

Luna Rossa. Foto Borlenghi/Prada Cup 29/01/21 – Auckland (NZL)
36th America’s Cup presented by Prada
PRADA Cup 2021 – Semi Final Day 1
Luna Rossa Prada Pirelli Team

La sfida copn INEOS sarà equilibrata, con due barche che si equivalgono in termini di velocità ed equipaggi. La Luna Rossa vista in semifinale contro Patriot è infatti un’imbarcazione estremamente veloce e performante e l’equipaggio ha dimostrato di essere affiatato e in grande forma. Un’ottima occasione per puntare sull’imbarcazione italiana e godere dei benefici delle quote maggiorate dei principali bookmakers internazionali. Poi nell’eventuale finale sarà tutta un’altra storia.

La finale della Prada Cup si disputerà al meglio delle 13 regate e inizierà il prossimo 13 febbraio.
Da queste appassionanti sfide uscirà il nome dell’imbarcazione che affronterà i maestri neozelandesi della vela. Emirates Team New Zealand del Royal New Zealand Yacht Squadron è infatti il team defender della competizione e da moltissimi anni è il punto di riferimento sportivo e ingegneristico della vela mondiale. Non a caso la bacheca dei Kiwi parla di tre America’s Cup e di una Volvo Ocean Race conquistate.

Da sempre proiettati nel futuro, gli sviluppatori di New Zealand hanno lanciato quest’anno la competizione con le imbarcazioni di classe AC75, composte da un monoscafo con aliscafi montati sui tamburi longitudinali, senza bisogno di alcuna chiglia.
È proprio per questi motivi, e per la capacità dei vari skipper che si sono succeduti alla guida del team di bordo, che delle sette edizioni “moderne” della competizione velica più antica e prestigiosa del mondo, Team New Zealand ne ha vinte ben tre e guida l’albo d’oro davanti ai due successi a testa degli svizzeri di Alinghi e degli americani di BMW Oracle Racing. Ultimo trionfo in ordine di tempo quello del 2017 quando alle Isole Bermuda i neozelandesi si imposero con un netto 7 a 1 sul team defender Oracle USA.

Te Rehutai

Proverà a interrompere questa strisce positiva di successi proprio Luna Rossa che, in caso di qualificazione all’appuntamento conclusivo, diventerà il terzo equipaggio italiano a raggiungere la finale della competizione. Nel 1992 il Moro di Venezia venne sconfitto per 4 a 1 nella baia di San Diego dal Team America Cubed. Otto anni dopo, nel 2000, fu la stessa Luna Rossa a essere battuta con un netto 5 a 0 da Team New Zealand di Sir Peter Blake e di Russell Coutts. Bruni, Spithill e compagni credono nella rivincita e se dovessero limare alcuni dettagli tattici e tecnici potrebbero davvero riuscire a competere ad armi pari con i maestri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here