SHARE

Lanzarote– Dove e quando il Laser italiano proverà a qualificarsi per Tokyo, andando all’assalto dell’ultimo posto disponibile per le nazioni europee?
Dopo il Trofeo Princesa Sofia di Palma, anche Hyeres e la sua Semaine Olimpique cancellata dal Covid. L’annullamento di Hyeres pone appunto il problema delle Qualificazioni Olimpiche che restano per i Giochi di Tokyo. La settimana francese era stata indicata come ultima Qualificazione per le classi ILCA 6 e ILCA 7 (gli ex Laser Radial e Laser Standard), e quindi ora si cercano alternative.

Giovanni Coccoluto. Foto Orsini

Tre gli scenari sui quali lavora World Sailing, sotto lo sguardo attento del CIO, quali possibili soluzioni alla località e data per definire gli ultimi posti per nazione alle Olimpiadi.

1) Lanzarote, località che già ospiterà le ultime Qualificazioni per i due skiff 49er maschile e 49er FX femminile, con l’Italia che deve ancora conquistare il posto olimpico, è un’isola, la situazione sanitaria appare sotto controllo, molti timonieri vi hanno passato l’inverno ad allenarsi. Quanto alla data, si valuta se usare la stessa della Lanzarote International Regatta all’interno delle Winter Series, ovvero 19-26 marzo (come si vede estremamente vicina!).

2) Usare come qualificazione il previsto Europeo Laser di Varna, località affacciata sul Mar Nero, in Bulgaria, previsto però dal 15 al 22 maggio, a poco più di un mese dalle Olimpiadi…

3) Il terzo scenario prende in considerazione l’ipotesi estrema di non riuscire a svolgere una effettiva regata di Olympic Qualification. Daccordo col CIO World Sailing ha approntato un piano B, che prevede di stabilire la graduatoria ai fini della qualifica, su base retroattiva, considerando i risultati in una serie di eventi precedenti. Per ovvie ragioni, la lista di tali eventi pur essendo stata già decisa, è tenuta segreta dall’ente mondiale.

L’Italia segue questi sviluppi che ci interessano per la classe ILCA7 (ex Laser Standard, il singolo maschile) dove ancora dobbiamo strappare la qualificazione per nazione, e quindi completare il processo selettivo interno. L’incertezza pesa sulla programmazione, sugli atleti e sui tecnici. Si spera di non arrivare allo scenario numero tre, e di riuscire a giocarsi la qualifica sportivamente in acqua. Lanzarote è dietro l’angolo, e sarebbe un campo impegnativo di vento e onda, probabilmente adatto alle caratteristiche di Alesasio Spadoni e Nicolò Villa. L’Europeo in Bulgaria è lontano 80 giorni e presumibilmente offrirebbe condizioni di vento leggero e acqua piatta, adatte a Giovanni Coccoluto.

Intanto la vela olimpica si prepara all’imminente prossimo appuntamento con i Mondiali del 470 Maschile e femminile a Vilamoura (regate dall’8 al 13 marzo) e con gli Europei del windsurf RS:X, nella stessa località e con date analoghe (7-13 marzo), con comunicati quotidiani FIV.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here