SHARE
Zsombor Berecz

Vilamoura– Altre due prove oggi con vento medio a Vilamoura per l’Europeo Finn. Il totale sale così a sei prove in tre giorni, con la classifica che inizia a prendere forma. Ed è la regolarità, come sempre, a pagare, con l’ungherese Zsombor Berecz che con 4-5-8-10-6-7 si porta in tersta alla classifica, davanti al campione olimpico Giles Scott, in gran recupero dopo il 12-1 di oggi.

Zsombor Berecz

Il giovane spagnolo Joan Cardona, che ieri aveva ottenuto due primi che lo avevano portato in testa alla classifica, oggi incappa in una squalifica per bandiera nera (BFD) e in un 17 che lo fanno retrocedere al terzo posto. Quarto lo svizzero Niels Theuninck e quinto l’argentino Facundo Olezza.

Matteo Iovenitti, unico italiano in regata, alterna un buon 21esimo a un 35, che lo porta al 33esimo posto in classifica. 49 i timonieri in regata, tutti di altissimo livello.

E il Finn ci riprova per il 2024…
Da segnalare che la International Finn Class, insieme alla classe Europa (già singolo olimpico fino al 2004), ha inviato una Submission a World Sailing per chiedere, in caso sia confermata dal CIO la bocciatura dell’Offshore Mixed Event nel programma di Parigi 2024, di occupare tale posto come disciplina mista uomo/donna, ovvero con evento a somma di punteggi tra classe a singolo maschile per timonieri pesanti (Finn) e singolo femminile per timoniere leggere (Europa).
Ciò consentirebbe di mantenere la parità uomini/donne (gender equity) imposta dal CIO e di avere un evento con classi già esistenti e diffuse internazionalmente.
Ricordiamo che il CIO ha già chiesto a World Sailing di proporre eventi alternativi al posto dell’Offshore Mixed Event.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here