SHARE

Powered by:

Salina– Si è conclusa sabato 5 giugno la prima edizione della Eolian Cup, la manifestazione velica che ha richiamato a Salina tra i migliori equipaggi di Sicilia e Calabria. Una prima edizione condizionata dal poco vento, che si è fatto attendere per tutti e 3 i giorni di regata, con lunghe attese da parte degli equipaggi per l’arrivo delle condizioni minime di vento per dare avvio alle procedure di partenza.

Nessuna prova nella prima giornata, il Comitato di regata ha atteso le 16 per la partenza, sospesa un minuto prima per un salto di vento di oltre 50 gradi.
Il secondo giorno intorno alle 11, con un grecale di circa 5 nodi, il Comitato ha deciso per lo svolgimento di una prova costiera di 11 miglia, con il giro dell’Isola di Salina. Regata molto tecnica per riuscire a superare rapidamente le zone con poca aria, salvo trovarsi subito dopo sul versante di Pollara con vento stabilizzato sui 10/12 nodi. E’ qui che la catanese Escape di Lucio Di Mauro ha costruito la sua vittoria, seguita dalle palermitane Loup Alvar di Francesco Siculiana e Joy di Giuseppe Cascino.

Anche nella terza e ultima giornata il vento si è fatto attendere , complice un cielo nuvoloso con qualche goccia di pioggia. Finalmente verso le 14 il Comitato di regata riesce a dare l’avvio alla seconda prova, un bastone costiero nel canale tra Lipari e Salina di circa 10 miglia, che ha visto ancora una volta le 3 imbarcazioni più performanti lottare per il primo posto. Dopo la verifica dei compensi, porta a casa la vittoria Joy seguita dalle 2 catanesi Varenne ed Escape.

Da migliorare per le prossime edizioni l’organizzazione a mare, anche in considerazione delle difficoltà alla posa del campo di regata a causa degli alti fondali eoliani, che ha messo a dura prova il circolo organizzatore.
Nel corso della manifestazione è stato avviato il progetto Millemiglia per il Mare, supportato dal biologo Franco Andaloro, che mira a promuovere la tutela del mare, e la raccolta di dati sui rifiuti a mare con il contributo di velisti ed appassionati, anche grazie alle regate organizzate dai circoli siciliani.

Nella serata di sabato la cerimonia di premiazione, con il primo posto della Eolian Cup assegnato a Joy di Giuseppe Cascino, seguita da Escape e Varenne. In classe Gran Crociera la vittoria va alla siracusana Ammuina di Pierpaolo de Paolis, prima in entrambe le prove, seguita dalla palermitana Silver Bullett e la siracusana Giulia.
Il Trofeo Salina, in palio per le imbarcazioni da Crociera, va alla messinese Albablu di Renato Irrera dopo 3 veleggiate costiere .

Nel corso della serata premiato anche il Circolo calabrese Lampetia di Cetraro, per la partecipazione più numerosa alla manifestazione, con ben 8 imbarcazioni.
Infine il momento più significativo, la consegna del premio intitolato al compianto velista messinese Franco Costa, alla presenza della madre, del fratello Alessandro e dei nipoti, che è andato all’equipaggio di Joy, Primo classificato Overall.

L’Eolian Cup, anche grazie al patrocinio del Comune di S.Marina Salina, si chiude con un bilancio certamente positivo: 38 equipaggi e circa 250 partecipanti, hanno dato vitalità e colore all’Isola Eoliana, con un arrivederci al 2022.
Il Circolo Organizzatore Yacht Club Capo d’Orlando, da’ appuntamento a tutti gli appassionati a fine settembre per la III edizione della Round Aeolian Race.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here