SHARE

Aggiornamento– Il passaggio delle Baleari si sta rivelando decisivo nella rotta da Alicante a Genova. Alle 12 di lunedi sono in testa le sole due barche che hanno scelto di lasciare a dritta Ibiza e Maiorca, ovvero Mirpuri Foundation per i VO65 e Offshore Team Germany per gli Imoca 60. Tutte le altre barche hanno lasciato a sinistra le Pitiuses (Ibiza e Formentera) e Maiorca. Le arie leggere rendono comunque assai incerta la tappa verso il gran finale di Genova.

Alicante– Partita oggi da Alicante la terza e conclusiva tappa di The Ocean Race Europe. Rotta su Genova, città sede del gran finale dell’evento.

Contrariamente a quel che la flotta ha incontrato nelle prime due tappe, con venti sostenuti, le previsioni per la terza tappa parlano di vento leggero per tutte le 600 miglia teoriche fino a Genova.

Le classifiche sia dei VO65 che degli IMOCA60 non potrebbero essere più corte. Fra i sette VO65 Mirpuri Foundation Racing Team (POR) e AkzoNobel Ocean Racing (NED) sono primo e secondo, in parità a 11 punti, mentre il terzo Sailing Team Poland(POL) ha un solo punto di distacco.

Interessante notare che fra i cinque IMOCA60 la situazione è ancora più stretta, con i primi tre: LinkedOut(FRA), Offshore Team Germany (GER) e 11th Hour Racing Team (USA) tutti con nove punti.

Sebbene l’attenzione sia principalmente puntata sui team sul podio provvisorio, ci sono diversi altri equipaggi che possono ambire a guadagnare punti sufficienti per la vittoria finale, con una buona performance nella tappa verso Genova.

Con così tanto in gioco nella tappa, l’atmosfera sulla banchina di Alicante prima della partenza era comprensibilmente elettrica.

“Sarà una lotta dura, per tutta la strada, fino alla fine.” ha detto Thomas Ruyant, skipper di LinkedOut, leader provvisorio fra gli IMOCA. “La regata potrebbe addirittura non essere decisa in questa tappa, ma dalla costiera di Genova.”

Ad aumentare la tensione, soprattutto per gli skipper e i navigatori, l’incertezza delle previsioni meteo per la prossima settimana. Nemmeno quando le barche hanno lasciato il porto v’era certezza da quale lato delle Baleari, Ibiza, Maiorca e Minorca – dovesse passare la flotta.

“Ci sono opzioni per la destra estrema, la sinistra estrema e persino per il centro.” Ha spiegato ancora Ruyant. “Sarà un duro lavoro per i navigatori, non c’è dubbio.”

“Sarà difficile,” ha confermato il navigatore spagnolo Juan Vila – velista di Coppa America e del giro del mondo che per la terza tappa è andato a rinforzare il team del VO65 Viva Mexico. “C’è una decisione importante da prendere: se passare a sud o a nord delle Baleari e dove passare la linea di alta pressione, cioè di vento molto leggero, intorno a Ibiza e Maiorca. Ci potrebbero essere grandi separazioni nord/sud visto che i modelli continuano a cambiare, un giorno suggeriscono di andare a nord, quello dopo di andare a sud. Staremo a vedere…”

Giulio Bertelli, timoniere e trimmer a bordo di AkzoNobel Ocean Racing, a pochi minuti dalla partenza della terza tappa ha dichiarato: “Oggi partiamo per la terza tappa fino a Genova da Alicante. Penso ci sarà un po’ di vento, di termica nella prima parte della giornata, e poi sarà molto difficile. Il percorso avrà diverse transizioni in cui ci sarà poco o affatto vento, e lì sarà il momento complesso, in cui bisognerà prendere le decisioni giuste per posizionarsi bene rispetto alla flotta. Per, eventualmente arrivare davanti a tutti a Genova.“

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here