SHARE

Porto Cervo– Con lo svolgimento delle Practice race, del Briefing per gli skipper e del tradizionale Cocktail di benvenuto, è iniziata oggi a Porto Cervo la prima edizione della Swan Sardinia Challenge, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda insieme al cantiere Nautor’s Swan e ClubSwan Racing.

La Swan Sardinia Challenge è la seconda tappa del circuito riservato alle classi monotipo di Nautor’s Swan, cantiere di proprietà di Leonardo Ferragamo, ed è parte di The Nations League contribuendo così all’acquisizione di punteggio in vista dell’assegnazione del The Nations Trophy, trofeo per squadre nazionali che Nautor mette in palio con cadenza biennale in ossequio alla tradizione velica dei trofei per nazione.

A Porto Cervo sono rappresentate 12 nazioni con la presenza di 34 yacht suddivisi nelle 4 classi one design – Swan 45, ClubSwan 42, ClubSwan 50, ClubSwan36 – che da domani, 23 giugno, regateranno in tempo reale su percorsi a bastone con partenze scaglionate per ciascuna classe.

Per tutte le classi vige la regola dell’owner driver, alla Swan Sardinia Challenge prendono parte molti yachtsman appassionati tra i quali troviamo lo stesso Leonardo Ferragamo, appassionato velista, sul ClubSwan 50 Cuordileone e il Commodoro dello YCCS, Michael Illbruck sul ClubSwan 36 Minna, coadiuvati alla tattica rispettivamente da Manuel Weiller e John Kostecki. Tra i tanti nomi eccellenti del professionismo velico spiccano Francesco Bruni, Vasco Vascotto e il navigatore Francesco Mongelli, tutti membri di Luna Rossa nell’ultima campagna di America’s Cup. Poi una leggenda della vela come Jochen Schuemann (tre ori e un argento olimpici), lo starista Diego Negri, Ross Halcrow, Alberto Bolzan, Michele Paoletti, Gabriele Benussi solo per citarne alcuni.

Spicca la presenza femminile, sia nel ruolo di armatrici che tra gli equipaggi, in particolare il ClubSwan 36 Skorpidi è condotto da un team di donne, con Sofia Bekatorou (oro olimpico ad Atene e bronzo a Qingdao) alla tattica, in equipaggio con l’olandese Annemieke Bes (argento a Qingdao), la finlandese Mikaela Wulff (bronzo a Londra sull’Elliott 6m), l’elvetica, veterana della Ocean Race, Elodie Mettraux e l’italiana Cecilia Zorzi, campionessa del mondo Laser 4.7.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here