SHARE

Powered by:

Porto Cervo, 9 settembre 2021. Quarto giorno di regata per la XXXI Maxi Yacht Rolex Cup, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell’International Maxi Association.
La scelta del Comitato di Regata di spostare a domani il giorno di riposo si è rivelata azzeccata, poiché tutte le Divisioni hanno potuto regatare in condizioni perfette, con un vento da est sud-est tra i 15 e i 18 nodi, l’ideale per esaltare le prestazioni dei Maxi yacht.
I primi a partire sono stati gli yacht della divisione Maxi, per i quali il Comitato di regata ha costruito un percorso di circa 34 miglia che, dopo una tecnica bolina di 3 miglia per raggiungere la boa al vento, ha portato la flotta verso sud a doppiare le isole di Mortorio e Soffi, per risalire di bolina larga verso il Passo delle Bisce e circumnavigare in senso orario La Maddalena e Caprera con arrivo di bolina nei pressi dell’Isola dei Monaci. A seguire sono partiti i Supermaxi e i Mini Maxi 2,3 e 4, con un percorso di circa 30 miglia, che si differenziava da quello dei Maxi perché alla Secca di Tre Monti la flotta risaliva verso l’Isola dei Monaci, facendo ritorno di bolina a Porto Cervo. I Mini Maxi 1 hanno invece disputato due prove a bastone che hanno impegnato sia gli equipaggi nelle manovre che i tattici nell’interpretare le oscillazioni del vento.
I due J Class in regata, Velsheda e Topaz, Maxi Yacht Rolex Cup 2021.
Il Supermaxi di 115 piedi Shamanna è stato il primo in tempo reale della sua divisione, ma come sempre è stata battaglia sul filo dei secondi tra i due J Class, che hanno tagliato il traguardo quasi appaiati dopo circa 30 miglia di regata. Questa volta il tempo compensato ha permesso a Topaz, timonato da Peter Holmberg con Francesco de Angelis alla tattica, di interrompere la striscia vincente di Velsheda per soli 16 secondi, terzo Geist e quarta Shamanna. La classifica provvisoria vede sempre al comando Velsheda seguita da Topaz e Geist.
Spettacolo di velocità nella flotta dei Maxi, in particolare nel lato al traverso tra Li Nibani e l’ingresso del Passo delle Bisce. Al calcolo dei compensi l’ordine d’arrivo vede i due WallyCento Galateia e Magic Carpet 3 concludere nell’ordine seguiti dal racer puro Rambler 88. In questa divisione la classifica generale ha subito dei cambiamenti: Magic Carpet 3 di Sir Lindsay Owen Jones, tattico Jochen Schueman, occupa il primo posto seguito da Y3K, oggi quarto. Galateia sale al terzo posto in classifica provvisoria, mentre Highland Fling XI scende in quarta posizione a causa di un ritiro per cause tecniche. Il team è determinato a effettuare la riparazione per prendere parte alla prova conclusiva di sabato 11 settembre.
Le due prove odierne dei Mini Maxi 1, su un percorso a bastone di 2.3 miglia di lato, hanno visto emergere Proteus (1-2) e Vesper (3-1) con due vittorie parziali ciascuno, seguite da Bellamente (2-4) e Cannonball (4-3). In classifica generale Cannonball continua ad essere al comando ma con un margine ridotto a due punti su Vesper e tre su Proteus e Bellamente, a pari punteggio.
Nella Divisione Mini Maxi 2, Twin Soul B di Luciano Gandini ha bissato il successo di ieri con una regata ottimamente condotta fin dalla partenza, quando è partito lanciato e perfettamente on time sul pin, la boa di controstarter. Primo in reale e in tempo compensato, seguito da Capricorno. Terzo posto odierno per Fra’ Diavolo di Vincenzo Addessi. Capricorno mantiene la leadership della classe davanti a Twin Soul B e Lorina 1895.
Il Wally Lyra, tattico Hamish Pepper, ha continuato la sua striscia di quattro vittorie consecutive nella classe Mini Maxi 3-4 seguito oggi da H2O di Riccardo de Michele, tattico Lorenzo Bodini e Blue Oyster di Luca Scoppa con Roberto Ferrarese alla tattica. Lyra, naturalmente, guida la classifica provvisoria seguita da Blue Oyster e H2O.
Cannonball al comando della flotta Mini Maxi 1 e leader della classifica generale provvisoria,
Maxi Yacht Rolex Cup 2021.
Francesco De Angelis, tattico del J Class Topaz: “È stata una bellissima regata oggi, soprattutto se pensiamo alla lunghezza del percorso e al fatto che abbiamo regatato sempre fianco a fianco con Velsheda, imbarcazione di riferimento della J Class. Ogni giorno cerchiamo di migliorarci, facendo un passo in più e oggi siamo contenti di esser riusciti a vincere la costiera, tagliando il traguardo a pochissimi secondi di distacco da Velsheda.”
Gavin Brady, tattico del Maxi72 Vesper: “Per navigare bene qui occorre sentirsi a proprio agio e credo che nelle costiere avute sinora non ci siamo sentiti proprio così, serve un’ottima conoscenza del luogo e dei salti di vento. Cannonball ha fatto un buon lavoro, ma oggi era un più classico percorso a bastone come in qualsiasi parte del mondo, dove la conoscenza del luogo influisce meno. Penso che sia stato un bene, per noi è stato davvero bello vincere l’ultima regata, e se riesci a vincere la regata prima del giorno di riposo è ancora meglio!”
Domani, venerdì 10 settembre, sarà giornata di riposo. La 31^ Maxi Yacht Rolex Cup si concluderà sabato 11 con un programma di regate costiere per tutte le divisioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here