SHARE

Gargnano– Disputata sul Garda bresciano la 68esima Regata dell’Odio salutata da un bellissimo vento di Peler, il classico vento da Nord del lago di Garda e una giornata quasi estiva. Organizzazione curata dal Circolo Vela Gargnano, sotto l’egida della Federazione Italiana Vela. Le barche si sono affrontate lungo la rotta Bogliaco/Gargnano-Campione-Bogliaco/Gargnano.

Appassionante la fase finale con un bel gioco di Gennaker nella flotta Dolphin che alle 11 e 55 minuti ha visto transitare primo sul traguardo “Twister-Sterilgarda” di Flavio Bocchio, condotto da Mattia Polettini (Fraglia Vela Desenzano). Chiudono con un vantaggio di una manciata di secondi su “Insolente” di Giovanni Perani (Fv Desenzano). Terzo “Achab” della famiglia Nassini (Cv Gargnano) e quarto “N’ Doit” di Francesco Crippa (Fv Desenzano). Seguono il Dolphin Mr di Water Tribe di Maria Gallotti, poi l’Ilc 30 “Mascanzone Latino” di Andrea Albini (Canottieri Garda), primo nella flotta Mista e autore del miglior tempo reale.
A completare il quadro i sono altri Dolphin Mr con Fabrizio Ferretti, Otello Costa, Davide Bizzarri, poi gli scafi cabinati di Silvestrelli, Dall’Agnola, Ivan Rossi.

Nelle altre due classi monotipo in acqua c’erano gli Ufetti 22 dove si è affermato “Speedy” di Michele Ferrari che rappresentava la flotta del lago Maggiore (Verbano Yc), davanti a Nicola Girardi di Limone con “Escopazzo” barca Campione d’Italia e vincitrice della Euro Cup di Malcesine. Successo veneto per i Protagonist con Luca Brighenti (Cn Brenzone) davanti al “Gattone”, altra barca tricolore 2021, con l’armatore Massimiliano Docali, terzo il gargnanese Damiano Bazzoli di Gargnano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here