SHARE
Il JPK 11.80 Sunrise. Foto Arrigo/Rolex

Powered by:

Aggiornamento

La Giuria Internazionale ha respinto la richiesta di riparazione presentata da Sunrise sul cambio di linea d’arrivo. La Giuria ha stabilito che l’azione del CDR sua stata conforme alle istruzioni di regata. Qui i dettagli:

https://jurydecisions.herokuapp.com/events/Rolex%20Middle%20Sea%20Race%202021/decisions

In attesa d’uffializzazione sembra quindi che Comanche sia il vincitore overall della Rolex Middle Sea Race.

Malta– Ma chi ha vinto in overall la Rolex Middle Sea Race? E’ giallo sulle banchine del Royal Malta Yacht Club nella Marsamxett Harbour, dove sono orneggiate, sotto i bastioni dei Cavalieri della Valletta, i cento yacht che hanno concluso la regata.

Il JPK 11.80 Sunrise. Foto Arrigo/Rolex

A giovedì sera, dopo che praticamente tutte le barche sono arrivare o sono riparate in porti sicuri (Lampedusa) in attesa della fine del Medicane sullo Ionio, ancora non è stato ufficilizzato il vincitore overall in handicap IRC.

La questione è contorta e, secondo quanto risulta a Fare Vela, viene dibattuta in queste ore a Malta anche con l’ausilio di legali.
Con il percorso originario, con arrivo alla Marsamxett Harbour dopo 606 miglia attorno alla Sicilia e alle sue isole minori, la vittoria overall sarebbe andata al JPK 11.80 Sunrise del britannico Thomas Kneen.
Dopo che il CDR, a causa del forte Grecale a nord di Malta, ha accorciato il percorso al passaggio tra Comino e Malta, riducendo quindi la regata di circa 12 miglia, il vincitore overall in compensato sarebbe il 100 piedi Comanche, portato benissimo dal team di Mitch Booth, che già ha ottenuto i line honour e conquistato il record della regata, fissato ora in 1 giorno e 16 ore.

Comanche

La questione è di difficile soluzione. Prevale il bando originale o i comunicati successivi ai concorrenti hanno la precedenza? Di solito valgono gli emendamenti, ma in questo caso cambia addirittura il vincitore overall della classicissima maltese. La Giuria sta esaminando il caso.

Sembra, poi, che la riduzione del percorso, non potrebbe far considerare valido il nuovo record di Comanche.

Al momento la migliore barca italiana nella classifica provvisoria è il Ker 46 Lisa R di Giovanni Di Vincenzo, con skipper Francesco Bertone, 14esimo overall e terzo in IRC 2.

Venerdì dovremmo conoscere la risposta e il noime del vincitore overall, visto che per sabato è prevista la cerimonia di premiazione.

Arrivano, intanto, dai social video delle durissime condizioni affrontate dalle barche, che peraltro sono riuscite a superare per lo più indenni i venti fino a 50 nodi e onde fino a cinque metri incontrati tra le Eolie e le Egadi. Dalle barche riparate a Lampedusa (grazie a Filippo Buti di ULtravox per le informazioni) ci giunge la confermna di condimeteo ancora proibitive, con raffiche fino a 60 nodi tra Lampedusa e Malta che hanno impedito oggi la ripresa del mare per concludere la regata entro il tempo massimo.

Filippo Buti sull’X332 sport Ultravoz di Leonardo Fonti (CN Livorno), riparato a Lampedusa in attesa del miglioramento delle condizioni.

A tutti i velisti i complimenti per la marineria dimostrata in questi giorni.

Artie III e il Farr 52 Chocolate:

Onboard Phosphorus:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here