SHARE

Venezia– Partita la regata più lunga d’Italia, ovvero la I edizione del Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup. La regata, organizzata da Difesa Servizi S.p.A. e SSI Events, con il supporto della Marina Militare, ha preso il via con ventiquattro ore di ritardo a causa della chiusura del Mose, decisa per contrastare l’emergenza acqua alta che, nel corso delle ultime giornate, ha “minacciato” Venezia.

Alle 17 di lunedì 8 novembre la flotta aveva già passato il cancello di Ancona e si trovava al traverso di Civitanova Marche. In testa Team Urban Value (Sophie Faguet-Pierre Leboucher). Seconda piazza per Team Venezia-Salone Nautico (Cecilia Zorzi-Alessandro Torresani).

Marina Militare Nastro Rosa Veloce
Venezia-Genova
6-19 novembre 2021
© MMNRT/ZGN

In regime di brezza leggera, i Beneteau Figaro 3, la cui destinazione finale è Genova, si sono lasciati alle spalle Piazza San Marco e il Canal Grande guadagnando il mare aperto prima di mettere le prue verso sud.

I più abili nell’allontanarsi dalla città lagunare sono stati Sophie Faguet e Pierre Leboucher che, a bordo di Team Urban Value, hanno passato il traverso del Lido con circa 300 metri di margine su Irene Bezzi e sul campione iridato Double Mixed Offshore Pietro D’Alì, impegnati a bordo di Team ENIT. L’ottima partenza di Team Urban Value non è certo una sorpresa: non va infatti dimenticato che, in coppia con Jonas Gerckens, la talentuosa Sophie Faguet ha vinto il Marina Militare Nastro Rosa Tour 2021, dimostrando di possedere ottima propensione e di conoscere in modo approfondito il Beneteau Figaro 3.

A causa di un imprevisto di natura sanitaria, indipendente dalle attuali condizioni pandemiche in atto, l’equipaggio della Marina Militare, composto da Giovanna Valsecchi e Andrea Pendibene, non ha potuto prendere parte alla regata. La Marina Militare, in accordo con l’organizzazione, ha quindi deciso di mettere a disposizione la propria barca, offrendo a due giovani atleti italiani (Federico Piani ed Elisabetta Maffei) la possibilità di vivere il proprio sogno e mettersi in gioco con la regata no-stop più lunga del mediterraneo.

“La partenza del Marina Militare Nastro Rosa Veloce è stata una corsa contro il tempo ma adesso che la regata è iniziata c’è la grande soddisfazione di aver dato vita a una manifestazione dal valore sportivo ben marcato – spiega Riccardo Simoneschi, leader di SSI Events – Come sempre capita abbiamo dovuto fronteggiare alcuni contrattempi dell’ultimo minuto, a partire dalla chiusura del Mose, una sorta di deja vu, dato che il primo storico sollevamento delle paratoie era avvenuto lo scorso anno in occasione del prologo del Marina Militare Nastro Rosa Tour.
Per quanto riguarda l’indisponibilità di Pendibene-Valsecchi, che da vice campioni iridati Double Mixed Offshore erano tra i favoriti della vigilia, mi preme sottolineare che nel momento in cui sono stati costretti al passo indietro, la sinergia con la Marina Militare è stata assoluta. Ho apprezzato moltissimo sia stata assunta la decisione di dare a un equipaggio di belle speranze l’opportunità di affrontare una prova come questa, che sono sicuro inciderà sulla formazione dei due protagonisti creando un anticipo degli insegnamenti della Marina Militare Nastro Rosa Academy che, attiva a La Maddalena a partire dalla prossima primavera, servirà a plasmare le doti di quanti guardano alla vela offshore con interesse e curiosità”.

Al Marina Militare Nastro Rosa Veloce partecipano dieci equipaggi: Team ENIT (Irene Bezzi-Pietro D’Alì), Team Softway (Pam Lee-Andrea Fornaro), Team Genova The Ocean Race (Dominique Knuppel-Guillerno Altadill), Team Fratelli Visconti (Lisa Berger-Alex Laline), Team Sanfer (Maggie Adamson-Matteo Ichino), Team Urban Value (Sophie Faguet-Pierre Leboucher), Team Venezia-Salone Nautico (Cecilia Zorzi-Alessandro Torresani), Team Acone (Catherine Hunt-Alexis Thomas), Aeronautica Militare (Margherita Digrazia-Giancarlo Simeoli) e Marina Militare (Elisabetta Maffei-Federico Piani).

La regata
Il Marina Militare Nastro Rosa Veloce, regata “alla francese” di 1.492 miglia, è la regata più lunga del Mediterraneo e si sviluppa lungo la rotta che, lasciando la Sicilia a destra e passando per alcuni gate obbligatori (tra questi Amalfi e Pisa a unire tutte le Repubbliche Marinare), congiunge Venezia e Genova. I dieci equipaggi in gara, oltre a lottare per la Fincantieri Cup, destinata al vincitore successo, e per fissare il primo tempo di riferimento, si contendono un montepremi complessivo di 50.000€.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here