SHARE
Royal New Zealand Yacht Squadron. Foto Borlenghi

Auckland– C’era molta attesa per il Meeting dei soci del Royal New Zealand Yacht Squadron, tenutosi oggi al club detentore dell’America’s Cup.
Ebbene, Grant Dalton ed Emirates Team New Zealand hanno chiarito che l’unica chance di difendere con successo la Coppa per i kiwi è di disputarla oltremare.

Royal New Zealand Yacht Squadron. Foto Borlenghi

Caustica la chiosa finale di Dalton in riferimento al gruppo della “Home defence” guidato da Mark Dunphy: “ETNZ non avrà mai nessuna relazione con Mr. Dunphy o i suoi associati, neanche se lui dovesse magicamente trovare i 50 milioni di dollari mancanti per i pieni e attuali costi di ospitare l’evento e la successiva difesa della 37th AC”.

“ETNZ will never have any relationship with Mr Dunphy or his associates even if he were to magically find the missing $50m needed to meet the full and actual costs of hosting the event and successfully Defending AC37”.

ETNZ ha prodotto nello specifico una dettagliata ricostruzione di quanto serve alla difesa. Dalton ha specificato che i budget fatti circolare dal gruppo di Dunphy sono sottostimati appunto di 50 milioni di dollari.

Non vi sono al momento resoconto da parte del gruppo di Dunphy.

Altra notizia importante scaturita dal meeting è che Prada sarà ancora main partner della 37th America’s Cup. Lo ha annunciato lo stesso Grant Dalton.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here