SHARE

Ginevra– “We are back”, “Siamo tornati”, così Ernesto Bertarelli ha introdotto il suo intervento alla presentazione della sua nuova sfida all’America’s Cup. La Societè Nautique de Geneve, rappresentata dal commodoro Pierre Girod e dal suo vice Axel Meyer, Alinghi e Red Bull hanno infatti appena presentano, alle 11 di oggi, la loro sfida alla 37th America’s Cup.

Ernesto Bertarelli con Steinacher. Foto Samo Vidic and Dean Treml for Red Bull Content Pool

Il nuovo team è Alinghi Red Bull Racing, che nasce dalla partnership paritaria tra Alinghi e Red Bull, rappresentata da Han Peter Steinacher, due volte campione oplimpico nei Tornado, e (in collegamento on line) da Christian Horner, leader del Red Bull Formula 1 Team che ha appena vinto con Max Verstappen il Mondiale Piloti.

Da sinistra: Pierre-Yves Jorand (SUI), Silvio Arrivabane (ITA, Bryan Mettraux (SUI), Arnaud Psarofaghis (SUI), Brad Butterworth (NZL), Hans Peter Steinacher (AUT) ed Ernesto Bertarelli (SUI/ITA). Frame dalla conferenza stampa di ALinghi/SNG

Ernesto Bertarelli ha dichiarato che non regaterà a bordo del suo AC75 durante l’America’s Cup, ma che sicuramente ci navigherà durante gli allenamenti e la preparazione.
Il fondatore di Alinghi ha poi chiarito il significato della sinergia con Red Bull: “Mantenere lo spirito vincente è sempre stato ciò che ha animato Alinghi, ma per questa sfida vogliamo fare qualcosa di totalmente differente, nuovo e totalmente fresco. Quando abbiamo immaginato con Dietrich Mateschitz il coinvolgimento di Red Bull nell’America’s Cup, lui ha detto “Il nostro modo di fare non è quello di essere presenti nello sport come sponsor, ma di integrarci con il team, formare una vera partnership, per nutrire i giovanbi atleti e di portarli a essere i migliori nei loro campi. Ha anche proposto che dovremo dare il nostro contributoi per portare la stessa America’s Cup in una nuova dimensione.
Con Red Bull siamo partner alla pari in quest’avventura. Loro porteranno la loro competenza, energia e forza nel creare team vincenti, e noi porteremo la nostra esperienza nella vela e di vincitori di America’s Cup. Alinghi Red Bull Racing farà brillare di nuova luce l’intero evento”.

I video della presentazione, con anche dichiarazioni di Ernesto Bertarelli in francese e italiano:

YouTube player

Brad Butterworth sarà uno dei team leader. IL quattro volte vincitore della Coppa ha detto che “La nuova generazione di velisti svizzeri cresciuta sulle barche veloci e foiling sarà in grado di competere al massimo livello e a me il compito di portare un po’ della vecchia scuola in questo nuovo mondo”.
“Sono con Alinghi ormai da vent’anni”, ha continuato Butterworth, “e trovarmi in questa nuova sfida con Red Bull è molto eccitante. L’America’s Cup è una regata tecnologica che viene vinta sull’acua con strategia e tattiche. Red Bull ha dimostrato tali valori molte e molte volte in F1 e in molti degli altri sport in cui compete”.

Silvio Arrivabene

L’italiano Silvio Arrivabene (con American Magic nell’ultima Coppa) sarà il capo delle operazioni tecniche.

Per i velisti, che per la regola della nazionalità dovranno essere tutti svizzeri, sono stati già presentati Arnaud Psarofaghis e Bryan Mettraux, già con Alinghi nei circuiti T35 e GC32.
Silvio Arrivabene ha specificato che la selezione del team è in corso e che l’annuncio dei nomi completi sarà dato a breve.

Butterworth con Steinacher e Bertarelli

Ernesto Bertarelli ha dichiarato che “La scintilla definitiva del ritorno in Coppa ci è venuta guardando i nuovi AC75, che uniscono la nostra passione per le barche veloci e foiling al gusto e all’eredità classica dell’America’s Cup che prevede un match race tra due barche”.

Il leader di Alinghi ha precisato che non ci sono problemi di budget, ma “Che ciò che più conta in Coppa è la qualità delle risorse umane che si riescono ad assemblare. La nuova generazione di velisti nati in Svizzera che abbiamo creato in questi anni sarà la nostra base, che completeremo con le migliori mrisorse in tutti i reparti”.

Ernesto Bertarelli durante la presentazione

Per la base d’allenamento, Bertarelli ha confermato che inizialmente si useranno le strutture storiche del team sul Lago di Ginevra, a Ecublens presso Losanna. A Ecublens sarà costruito il nuovo AC75 del team.

Bertarelli ha specificato che pur amando la Nuova Zelanda, il team è pronto a lanciare la sua sfida in qualsiasi sede il defender annuncerà, senza esprimere preferenze ma sottolineando come l’edizione di Valencia 2007, con Alinghi nel ruolo di defender, fu un innegabile successo di partecipazione di team e di pubblico.

Christian Horner di Red Bull Formula 1 in collegamento con la SNG durante la presentazione. Courtesy Samo Vidic and Dean Treml for Red Bull Content Pool

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here