SHARE

Auckland– In attesa della prossima America’s Cup, il defender Emirates Team New Zealand ha comunicato la sua intenzione di provare a battere il record mondiale di velocità su terra con propulsione a vela. Il “pilota” sarà Glenn Ashby, una delle star di ETNZ, che affronterà la sfida tra luglio e agosto 2022 in una location da decidere tra i laghi salati dell’Australia.
Al momento sono valutate le location di Lake Gairdner nel Sud Australia o Lake Lefroy nel Western Australia.

Glenn Ashby, che in carriera ha vinto una medaglia d’argento olimpica, tre America’s Cup e 17 titoli mondiali tra cui quelli dei Classe A foiling, piloterà un veicolo progettato da un gruppo di progettisti guidato da Guillaume Verdier e attualmente in costruzione nelle strutture di ETNZ nella North Shore di Auckland. Obiettivo battere i 202,9 Km/h stabiliti nel 2009, nel deserto del Nevada, dal britannico Richard Jenkins a bordo del veicolo Greenbird.

Glenn Ashby in uno dei laghi salati desertici australiani dove sarà effettuato il tentativo. Foto ETNZ

Il veicolo New Zealand sarà lungo 14 metri per 10 metri d’altezza, 7 di larghezza per un peso di 2,5 tonnellate. La costruzione è in stato avanzato e il veicolo uscirà dal cantiere in marzo per poi effettuare i primi test in aprile ad Auckland e spostarsi in Australia per l’attacco al record in luglio.

Greenbird, il veicolo detentore del record mondiale di velocità a vela su terra con 202,9 Km/h. Foto Greenbird UK

“Ovviamente l’obiettivo è di disegnare un veicolo che diventi il più veloce yacht di terra con propulsione a vento”, ha detto Glenn Ashby, “E nessuno sarà mai stato così veloce su un mezzo a vela su acqua o terra. Così che cercare di diventare il più veloce di sempre è una cosa dannatamente eccitante”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here