SHARE
GRant Dalton oggi a Barcellona. Foto Espinosa/La Vanguardia

Auckland– Giusto un anno esatto fa, il 17 marzo 2021, Emirates Team New Zealand vinceva la 36th America’s Cup dopo uno strenuo e appassionante Final Match conclusosi per 7-3 contro Luna Rossa Prada Pirelli.
Mai la vela italiana era andata così vicino a conquistare il massimo Trofeo velico e il più antico tra tutte le discipline.

16/03/21 – Auckland (NZL)
36th America’s Cup presented by Prada
America’s Cup Match – Race Day 7
Emirates Team New Zealand, Luna Rossa Prada Pirelli Team

Tutti ricordiamo la beffarda regata che sembrava vinta sul 3-3, con Luna Rossa in volo e Te Rehutai seduta in acqua, ma che poi Eolo decise di assegnare ai kiwi dopo aver invertito le parti tra chi volava e chi soffriva. O le eccelse manovre italiane che consetirono di vincere tre regate mantenendo il pareggio, la superba regata 9, e i piccoli particolari, alcuni errori nei momenti decisivi, che poi cambiarano l’inerzia del match a favore di ETNZ.
Certo, restò la soddisfazione per la Prada Cup vinta, dopo aver dominato il ferito American Magic e strapazzato in finale Sir Ben Ainslie e il suo squadrone britannico.

Luna Rossa c’è ancora e già a Cagliari sono in corso le selezioni. Francesco Bruni e Jimmy Spithill sono dati di nuovo nel team e si attendono conferme per il tuolo dell’oro olimpico Ruggero Tita.

I quattro poderosi sfidanti a ETNZ promettono una Coppa numero 37 al massimo livello immaginabile. La domanda di tutti, però, è dove andremo a disputarla?
Il 31 marzo, data fissata dal cronoprogramma kiwi per l’annuncio, si avvicina e la partita tra la favorita Màlaga, la sorpresa Barcellona, le restanti Jeddah e Cork, per non parlare delle poche residue speranze di Auckland, sembra ancora aperta.

I nuovi AC40, destinati alla Youth e Women AC e ai primi eventi delle ACWS, e i successivi AC75 di seconda generazione promettono spettacolo e sfide avvincenti, ai limiti della tecnologia applicata alla vela.
La forza tecnica, umana ed economica di Luna Rossa, INEOS Team Britannia, Alinghi e American Magic saranno un banco di prova assoluto per il defender Emirates Team New2 Zealand.
Grant Dalton ha ripetuto che solo una difesa overseas garantirebbe le risorse per una nuova vittoria.

In attesa dell’annuncio, riviviamo intanto quel 17 marzo 2021, con la replica della nostra diretta notturna, insieme a Vittorio d’Albertas e Pietro Pinucci, con ospite Gabriele Bruni, e il video celebrativo di ETNZ:

YouTube player

 

YouTube player

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here