SHARE

Hyeres– Terza giornata di regate alla SOF di Hyeres. Vento più leggero rispetto ai due ventosi giorni d’apertura. Tita-Banti continuano a dominare i Nacra 17, mentre si registra l’ottima giornata di Gradoni-Dubbini, due primi in batteria nei 470 Mixed. Da oggi si regata con le flotte Gold e Silver.

Tita-Banti ieri a Hyeres

Il comunicato della FIV:

“Il terzo giorno di regate si conclude con un bilancio decisamente positivo, c’è chi ha concluso le fasi di qualificazioni e conquista la Gold Fleet, chi piazza ottime prove e fa importanti passi avanti in classifica, chi incassa una giornata storta con la voglia di ritornare subito in acqua per dimenticarla. Giornate mai banali ad alto tasso di adrenalina che rendono di particolare interesse questa tappa di Coppa del Mondo transalpina.

Una menzione su tutti per i 470 Mix che piazzano due equipaggi in top five, corroborando quelle indicazioni positive arrivate già a Palma. Le tavole oggi non hanno potuto disputare neppure una prova per un errore tecnico di comunicazione nonostante i ragazzi siano rimasti per parecchie ore in acqua.

Per seguire la Semaine Olympique Francaise 2022:

470 Mix

Sei prove e uno scarto che vedono in testa i francesi Machetti-Retornaz 11, 2° i tedeschi Wanser-Autenrieth 12, 3° gli svedesi Dahlberg-Karlsson 12

Gli italiani in gara:

4° Gradoni-Dubbini 16

5° Ferrari-Caruso 18

16° Totis-Linussi 39

23° Berta-Izzo 53

48° Casertano-Matarazzo 117

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Alice Linussi: “Giornata abbastanza positiva per noi oggi: i nostri parziali sono un 3° e un 6° posto che ci hanno fatto risalire posizioni in classifica. Non era una giornata facilissima per la direzione del vento però con queste condizioni di medio vento siamo veloci e ce la siamo giocata in entrambe le prove tra le prime posizioni.”

Il tecnico FIV Gabrio Zandonà: “Oggi è stata una giornata da incorniciare perché due nostri equipaggi hanno saputo interpretare in maniera impeccabile le due regate a disposizione: Gradoni-Dubbini hanno collezionato due primi posti, Ferrari-Caruso un secondo e un terzo posto nello stesso Gruppo Blu, bene anche Totis-Linussi con terzo e sesto. Nel Gruppo Giallo Berta-Izzo hanno un po’ faticato. Le condizioni del vento sono cambiate, più leggero, e le regate come ipotizzato sono state molto tattiche. Come squadra Italiana siamo stati davvero molto bravi, sono molto soddisfatto.” 

49er

Nove prove totali che delineano la momentanea classifica: 1° i polacchi Buksak-Wierzbicki 16, 2° gli statunitensi Snow-Agnese 22, 3° gli spagnoli Botin le Chever-Trittel Paul 38

Gli italiani in gara:

14° Crivelli Visconti-Calabrò 64

24° Anessi-Gamba 91

27° Ferrarese-Chistè 106

60° Mascia–Cordini 229

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Simone Ferrarese e Leonardo Chistè: “Abbiamo cominciato queste regate in salita dopo i problemi del primo giorno, sia dovuti alla rottura della deriva che alla forte contusione ricevuta allo sterno (Simone Ferrarese) per questo è doveroso ringraziare i fisioterapisti messi a disposizione della Federazione. Poi ci siamo ripresi nelle due giornate seguenti conquistando risultati costanti che ci hanno consentito di risalire la classifica. Siamo riusciti ad acciuffare la Gold che riteniamo sia già un grande risultato, avendo tre regate in meno rispetto a tutti gli altri. Ci sentiamo all’altezza di questa flotta che reputiamo molto competitiva. Da domani inizia un’altra regata, nella quale cercheremo di spingere ancor di più nella speranza di raccogliere altre soddisfazioni.” 

Il tecnico FIV Gianmarco Togni: “Oggi abbiamo raggiunto un ottimo obiettivo come squadra entrando con tre equipaggi nella Gold. Per chi va sui 49er l’obiettivo è sempre quello di entrare nei 25, quella è la cifra che delimita l’aver portato a buon punto una regata rispetto ad aver commesso troppi errori. Crivelli Visconti-Calabrò oggi hanno avuto qualche difficoltà ma hanno saputo stringere i denti nonostante i tanti punti accumulati. Ottimo il risultato dei giovani Anessi-Gamba che si posizionano al 24° posto; il 27° posto di Ferrarese-Chistè è il premio per quanto fatto da martedì visto che hanno saputo lottare contro tutto e tutti, dimostrandosi con la testa giusta nonostante il primo giorno da incubo.

49er:FX

Nove prove totali per la classe acrobatica femminile che vedono in testa le norvegesi Noess-Ronningen 27, 2° le francesi Granier-Riou 28, 3° le svedesi Bobeck-Netzler 33.

Le italiane in gara:

9° Germani-Bertuzzi 43

18° Giunchiglia-Schio 67.13

20° Sicouri–Marchesini 72

22° Omari-Carraro 76

27° Passamonti–Fava 84

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Jana Germani: “Ultima giornata di qualifiche portata a casa. Non siamo completamente soddisfatte delle 3 prove disputate in quanto ci mancava un po’ di spunto subito dopo la partenza. Abbiamo sempre regatato in recupero con intelligenza e una velocità della barca che ce lo permetteva. Domani inizia la vera lotta in Gold”. 

Il tecnico FIV Gianfranco Sibello: “Ultima giornata di qualificazione portata a casa discretamente da parte di Germani-Bertuzzi. È mancato un maggior spunto nella prima parte delle prove per cui è sempre stato necessario recuperare gradualmente nei lati successivi alla prima bolina. Domani in Gold sarà fondamentale essere pronte da subito. Dopo una protesta, anche l’equipaggio Giunchiglia-Schio è riuscito ad entrare in Gold. Tutte dovranno ora sfruttare le 6 prove rimanenti per lavorare sugli aspetti che fino ad oggi non hanno funzionato.”

FORMULA KITE MASCHILE

Dodici prove per l’aquilone olimpico che vedono al comando il singaporiano Maeder 9, 2° il francese Mazella 11, 3° il francese De Ramecourt 13.

Gli italiani in gara:

5° Boschetti 18

11° Pianosi 35

24° Brasili 64

30° Calbucci 81

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Lorenzo Boschetti: “Per me è stata una gran bella giornata in acqua tra gli 8 e i 12 nodi; era quello che speravo. Ho potuto utilizzare delle vele nuove rispetto a quelle di Palma quindi mi sono dovuto un po’ adattare però sono stato molto rapido e sono contento perché oggi sono riuscito ad ottenere tre primi posti un secondo posto con il vento leggero e la vela grossa. Sono soddisfatto e spero di proseguire con questi risultati lasciando alle spalle i problemi dei giorni passati.

FORMULA KITE FEMMINILE

Dodici prove che delineano la seguente classifica: 1° la statunitense Moroz 13, 2° la francese Newland 21, 3° la francese Nolot 23.

Le italiane in gara:

18° Tomasoni 134

20° Pescetto 150

25° Laporte 190

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Sofia Tomasoni: “La giornata di oggi è stata la più difficile di questi tre giorni di regata: quattro prove difficilissime perché non riuscivo a sentire il feeling con la tavola e quindi non mi sentivo bene. Ripensando a quanto fatto fino ad oggi mi ritengo comunque soddisfatta, mi aspettano altri due giorni di regate e non vedo l’ora di tornare subito in acqua.”

Il Tecnico FIV Simone Vannucci (maschile e femminile): “Oggi è cambiata completamente la situazione meteo con vento che arrivava da 90 a 120. Dovrebbe indicativamente essere così anche domani. Rispetto ai giorni precedenti anche le regate sono state programmate in maniera differente compattando quelle maschili prima e quelle femminili poi: questo ha permesso di disputare le prove su un campo di regata abbastanza omogeneo per i ragazzi e poi per le ragazze. Boschetti ha avuto un problema con l’attrezzatura risolto velocemente e ha disputato quattro splendide prove con tre primi posti e un secondo. Questo gli ha consentito di salire la classifica. Pianosi ha saputo destreggiarsi bene e poteva avere anche qualche punto in più; bene anche Calbucci; qualche problema invece per Brasili. Le ragazze invece hanno sofferto un po’ di più la giornata: Sofia non ha trovato il ritmo giusto, Maggie e Tiana hanno fatto meglio nell’ultima prova risollevandosi un po’. Le ragazze proseguiranno le final domani, mentre i ragazzi inizieranno la gold.”

ILCA 6

Quattro prove per la classe ILCA 6 che vedono al comando la polacca Barwinska 32, 2° la belga Plasschaert 37, 3° la francese Barrue 51.

Le Italiane in gara:

15° Benini Floriani 84

28° Albano 124

36° Cattarozzi 144

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Federica Cattarozzi: “Nella prima regata di oggi sono riuscita a partire e fare subito quello che volevo: andare a destra, e la destra ha pagato molto. Sono riuscita a girare la prima boa quarta, guadagnare due barche di poppa e poi mantenere la mia seconda posizione per tutta la seconda bolina e la poppa concludendo in quella posizione. Purtroppo non sono riuscita a interpretare correttamente la seconda prova, rimanendo bloccata nella flotta e non riuscendo a recuperare.”

Il tecnico FIV Egon Vigna: “Oggi giornata interessante: molto bene la regata di Cattarozzi che termina seconda in recupero; anche Albano e Benini Floriani, che invece erano andate sulla sinistra del campo e hanno girato abbastanza male la prima bolina, hanno recuperato per tutta la regata finendo nei 25 tutte e due. Nella seconda prova è aumentata un pochino l’aria intorno ai 6/7 nodi ma Cattarozzi interpreta male arrivando purtroppo attardata; mentre Albano e Benini Floriani fanno un’ottima prova che permette di risalire ad entrambe la classifica, con la Benini a una decina di punti dalla top ten. Domani le previsioni sono attestate su una giornata simile a quella odierna e quindi abbiamo ancora tutto da poterci giocare.”

ILCA 7

Sei prove per ILCA 7 che vedono formare la seguente classifica: 1° il tedesco Buhl 6, 2° l’australiano Wearn 6, 3° il cipriota Kontides 9.

Gli italiani in gara:

13° Spadoni 28

17° Chiavarini 35

30° Planchesteiner 50

33° Coccoluto Giorgetti 55

41° Peroni 62

76° Musone 114

77° Paulon 115

107° Valentino 158

114° Libri 169

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Giovanni Coccoluto Giorgetti: “Oggi terzo giorno di regate: è stata buona giornata un po’ in crescendo rispetto alle prime due nelle quali ho fatto qualche errore di troppo. Diciamo che in questi giorni sono riuscito a mettere insieme i pezzi del puzzle e oggi alla fine è stata una buona giornata con un 7° e un 3° posto. Spero di mantenere questo trend per le prossime due giornate perché mi sento bene e vorrei riuscire a portare a casa il massimo.”

Il Tecnico FIV Giorgio Poggi: “Con oggi si sono concluse le qualifiche: ci sono tre gruppi Gold, Silver e Bronze. Da domani inizia la parte delle finali con quattro prove: due domani e due dopodomani che porteranno poi i primi 10 di fare la Medal nella giornata di sabato. Oggi i ragazzi sono andati bene, c’erano condizioni completamente diverse con vento da est – quindi da fuori – e non era una giornata facile. I ragazzi sono andati bene entrando tutti in Gold tranne Matteo Paulon che è giovane e deve continuare a crescere nel suo percorso di maturazione.”

iQFOiL Maschile

Nessun italiano impegnato. La classifica: 1° il francese Goyard 11, 2° il tedesco Koerdel 25, 3° il francese Bourgeois 28.

iQFOiL Femminile

Dieci prove per la tavola volante femminile che vedono in testa (con due scarti) la francese 1° Noesmoen 8, 2° la polacca Dziarnowska 23, 3° la francese Cousin 26.

Le italiane in gara:

6° Maggetti 50

12° Speciale 83

21° Renna 151

27° Oprandi 201

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Il Tecnico FIV Riccardo Belli Dell’Isca: “Oggi è stata una giornata senza prove per la nostra classe ma di grande sforzo fisico e psicologico. Un errore tecnico di comunicazione non ci ha permesso di portare a termine nessuna regata anche se le ragazze sono rimaste in acqua per complessive cinque ore. Sono situazioni che fanno accumulare una tensione psicologica che non viene scaricata nel gesto atletico e nell’adrenalina della regata. Le condizioni meteo avrebbero potuto essere interessanti e di sicuro erano differenti rispetto ai giorni scorsi. Mi auguro che le ragazze ripartano domani con la stessa concentrazione dimostrata fino ad oggi affrontando bene la giornata.”

NACRA 17

Nove prove per i Nacra 17: 1° Tita-Banti 15, 2° i britannici Gimson-Burnet 24, 3° i finlandesi Kurtbay-Keskinen 30.

Gli italiani in gara:

1° Tita-Banti 15

9° Ugolini-Giubilei 73

DNF Hirsch-Orsolini

Le dichiarazioni dei protagonisti:

Ruggero Tita: “Oggi eravamo molto veloci e avevamo un buon passo; siamo anche riusciti ad interpretare molto bene il campo di regata, grazie ai consigli molto preziosi di Ganga (Bruni ndr) e siamo contenti. Sappiamo che è ancora molto lunga, ci sono ancora due giorni di regate e poi la Medal, quindi dobbiamo restare concentrati e fare del nostro meglio.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here