SHARE

Maccagno(Antonella Panella) Parte domani il 49° Campionato Italiano Meteor, l’appuntamento più atteso di una delle classi più diffuse e popolari in Italia. L’intramontabile Meteor quest’anno ha scelto le acque del Lago Maggiore per assegnare il titolo 2022.

Un appuntamento che in Zona mancava dal 2005, quando a vincere il titolo iridato è stato Enrico Negri, 8 volte Campione Italiano, tornato a correre nella Classe presieduta da Mario Forgione lo scorso anno e che sarà presente con la flotta del Verbano anche quest’anno.

Sono 43 gli equipaggi, provenienti da tutta l’Italia, iscritti all’evento ospitato dall’Unione Velica di Maccagno in collaborazione con L’Associazione Velica Alto Verbano. Un numero che conferma il Meteor come il monotipo più frequentato in Italia negli ultimi anni da equipaggi nazionali.

Una presenza non solo numerosa ma di alto livello agonistico, per il cabinato nato dalla matita di Van der Stadt, che fa presupporre un bel campionato combattuto: guardando l’elenco degli iscritti infatti, compaiono oltre a quello di Negri, altri nomi iscritti nell’albo d’oro della Classe. A dare filo da torcere al Campione in carica, Pekora Nera di Davide Sampiero, infatti dalla stessa flotta di La Spezia, Enrico Pucci campione Italiano 2019 su Serbidiola; il due volte due volte Campione Italiano Engy di Stefano Pistore; ancora un due volte Campione Italiano, Marco Sacchi, a bordo di Malandrina, senza dimenticare che Davide è spesso insidiato da Matteo, suo figlio a bordo di Basilico Sailing Team, spesso sul podio con un equipaggio under 23.

Proprio i giovani sono la novità di questo campionato e di questa fase di rinnovamento della Classe. Presente sul campo di regata del Campionato Italiano Gin, la Barca di Tommaso Giacomin della flotta di Chioggia, armatore di soli 17 anni! Con lui a bordo ancora un giovane Prodiere, Martino Toson.

Ma anche il Verbano ha un vivaio di giovani che vanno in acqua con l’esperienza di Campioni del passato: Roberto Pocaterra è a bordo con il Presidente dell’UVM, Campione Italiano Meteor nel 1987, Franco Paganini, a bordo di Capriccio.

Al Campionato sarà presente la nuova realtà NauticaLodi di Alessandro Zattoni e Sergio Mazzuoccolo:

“Siamo molto entusiasti di esser presenti e conoscere le flotte ed i suoi capi flotta. Per noi è importante entrare in contatto in modo diretto con le persone che utilizzano e scelgono la nostra imbarcazione per poterne capire meglio le esigenze e migliore nella promozione e utilizzo della nostra piccola grande barca” hanno commentato.

Domani il segnale di avviso 13.00.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here