SHARE

Venezia– Per la terza volta, dal 28 maggio al 5 giugno prossimi, sarà l’Arsenale, l’antica fabbrica delle navi della Serenissima, il luogo del Salone Nautico Venezia. Un punto di riferimento per l’Adriatico e tutta la lunga rotta che da Venezia porta a Istanbul lungo il Mediterraneo Orientale.

Per il Sindaco della città Luigi Brugnaro è una grande soddisfazione aver portato a compimento lo slogan lanciato per la prima edizione, quando aveva dichiarato “l’arte navale torna a casa”. Fin dall’anno scorso si può affermare che “è tornata a casa” e che piace sempre di più alla cantieristica. “Ringrazio i cantieri che danno fiducia al Salone – ha detto – Venezia è il palcoscenico migliore per i loro prodotti di eccellenza perché sa unire la tradizione ai temi della modernità. Ringrazio anche la Marina Militare per la continua collaborazione che ci consente di allestire l’Arsenale. Vedremo tante barche e ci sarà tanta sostenibilità, il tema su cui la nostra città si è candidata a capitale mondiale. Sono contento dei risultati e ringrazio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la continua collaborazione, il Ministro degli Affari Esteri Luigi di Maio per aver favorito l’incontro con Agenzia ICE per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione e tutti coloro che hanno lavorato con impegno alla crescita e al successo di questo evento. La città potrà rinascere se rifunzionalizziamo i suoi luoghi, la cosa più complicata è costruire funzioni e mantenerle qui. Venire al Salone per i clienti della nautica significa far scoprire che l’Adriatico è il mare più sicuro al mondo. Sarà un Salone di ricerca tecnologica, di innovazione, di sperimentazione, di design e cultura della nautica, un settore in cui l’Italia primeggia. “.

L’Ammiraglio Andrea Romani, comandante dell’Istituto di Studi Militari Marittimi e del Presidio Marina Militare di Venezia, ha ricordato che “la Marina Militare ha condiviso sin dall’inizio il progetto del Sindaco di organizzare un Salone Nautico all’Arsenale, mettendo a disposizione i propri spazi e specchi acquei” e sottolineando che la Marina è al fianco dell’Amministrazione comunale e della città. La Marina sarà presente al Salone sia con gli stand sia portando tre importanti navi (nave Procida, nave Comandante Tedeschi e, in riva San Biagio, nave Comandante Foscari) e con un’esibizione di un team di avio lancio da due elicotteri che ammarerà nelle acque dell’Arsenale con atterraggio di precisione.

L’Arsenale è un bacino acqueo di 50.000 mq, all’interno del quale saranno installati oltre 1.000 metri lineari di pontili, e 30.000 mq di spazi espositivi esterni. Le grandi tese, che in passato hanno accolto la costruzione delle Galere, accoglieranno il meglio del design e dell’arredo nautico, esposizioni artistiche e la cantieristica artigianale veneziana per un totale di 5.000 metri quadrati.

“In questa nuova edizione cresce del 25% il numero delle imbarcazioni esposte, che passa da 240 a 300 (di cui 240 in acqua) per una lunghezza totale di 2,7 chilometri – spiega il direttore commerciale del Salone Nautico Venezia, Alberto Bozzo – il 98 per cento degli espositori dell’edizione del 2021 ha riconfermato la propria presenza, un dato che dimostra fiducia alla manifestazione. Gli espositori quest’anno saranno 200”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here