SHARE

Gargnano– Il Campionato Italiano Mini Altura Orc ha messo insieme le flotte dei monotipi e qualche prototipo di Liguria e Adriatico, i laghi lombardi con il Maggiore, Como, Iseo e l’ospitante Benàco. Quasi 50 imbarcazioni (250 persone imbarcate) con in palio anche i traguardi della Gentlemen Cup, regata che riserva una classifica per i timonieri-armatori. L’organizzazione è stata curata dal Circolo Vela Gargnano in collaborazione con Yacht Club Cortina d’Ampezzo, sotto l’Egida della Federazione Italiana Vela e Uvai, patronato di Regione Lombardia, logistica di Consorzio lago di Garda Lombardia e Visit Brescia, collaborazione tecnica Harken.

In acqua è una vera battaglia, barche super tecnologiche e barche datate, l’esordio di «EcoRacer-Northern Light Sailing», barca costruita in materiali smaltibili e vegetali (fibra di Lino), vele riciclabili, per i trasferimenti un motore ausiliario elettrico. Ecoracer769 fa benissimo. Vince all’esordio con l’equipaggio che comprendeva Roberto Spata, Lorenzo Tonini, Fabrizietto Albini ed i fratelli salodiani Diego e Fabio Larcher. Interessante era la flotta degli avversari, tra questi l’Etchells 22, carenata nata nel 1966, i Melges 24 datati anni 80, poi tutti i Monotipi fino ad una lunghezza di 10 metri e 2 mila chilogrammi di peso, che sono Dolphin, Protagonist, Fun e Ufetti, anche qui un pezzo di storia della cantieristica italiana e non.E tra gli equipaggi altre storie, oltre ai ragazzi di «Ecoracer» quelli dell’ Ufetto 22 del Circolo Vela Gargnano con quelli che sono diventati i “Gemelli diversi”, 64 anni tra tutti, con Annalisa Vicentini e suo fratello Alessio, più i «gemelli» veri Giovanni e Francesco Arosio, appena 15 anni.

I primi 5 della generale Mini Altura 2022 sono Ecoracer 769 di Larcher, il Melges 24 Adriatica, l’Etchells 22 del Tigullio, Baraimbo (Fraglia Desenzano), 10 e Lode del comasco Massimo Canali, l’Ufetto 22 di Giacomo Rodolfo Giambarda, settimo il Dolphin “Achab” con Luca Nassini primo timoniere armatore della Gentlemen Cup, al 10° posto “Avec Plasir” di Renato Vallivero, primo dei Protagonist, infine il primo Fun con Dulcis in fundo di Marco Redaelli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here