SHARE

Livorno– Scatta questa sera, con il crew party in Fortezza Vecchia di Livorno, il fine settimana della 151 Miglia Trofeo Cetilar, la regata più attesa e amata dai velisti italiani. Con ben 263 barche iscritte e oltre 2.000 velisti in acqua, la 151 Miglia torna quest’anno in piena forma e programma completo dopo le limitazioni del 2021 dovute alla pandemia.

Preparazione a Livorno. Foto Taccola

L’evento ideato da Roberto Lacorte, che freme in banchina a Punta Ala per il varo ufficiale (sabato 4 giugno) del suo attesissimo FlyingNykka, è organizzato da Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Livorno, affiancati dal main sponsor Cetilar®, brand della casa farmaceutica PharmaNutra S.p.A., dall’Official Timekeeper TAG Heuer e dai partner Benetti Yachts, Porto di Livorno 2000, Plastimo e PROtect Tapes.

L’appuntamento è per domani, al largo di Livorno, quando alle ore 14 l’imponente flotat scatterà per lo splendido percorso che prevede la classica rotta su Marina di Pisa, Giraglia a sinistra, Isola d’Elba a sinistra, Formica maggiore di Grosseto a sinistra e arrivo a Punta Ala.

Qui il tracking della 151 Miglia

YouTube player

Per i line honour la favorita è il 100 piedi Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team, vincitore l’anno scorso con il tempo di 15 ore e 42 minuti, due ore in più del record fissato da Rambler nel 2019, che rimane quindi ancora il tempo di riferimento sulla rotta della 151 Miglia.
A bordo di Arca, oltre allo skipper Furio Benussi, il campione triestino Lorenzo Bressani e il patron della stessa 151 Miglia Roberto Lacorte, armatore del nuovo, attesissimo Mini Maxi a foil FlyingNikka, costretto a rimandare l’esordio agonistico inizialmente in programma proprio alla 151 Miglia, per portare correttamente a termine il programma di test (FlyingNikka sarà come detto varata ufficialmente sabato 4 giugno al Marina di Punta Ala).

Le banchine dello YC Livorno. Foto Taccola

Da seguire poi il Maxi di 70’ Pendragon VI di Nicola Paoleschi, gestito dal Lightbay Sailing Team di Carlo Alberini, Vento di Sardegna di Andrea Mura, Lupa of The Sea di Fabio Cannavale, Cippa Lippa X di Guido Paolo Gamucci, il Mylius 65 Oscar 3 di Parisotto, Il Ker 46 Lisa R di Giovanni Di Vincenzo e Durlindana 3 di Giancarlo Gianni, su cui regata anche Enrico Passoni, mentre nell’ambito dei gruppi ORC International (in palio il secondo Trofeo Challenge) e IRC spiccano le presenze di Fantaghirò di Carlandrea Simonelli (detentore del Trofeo), Vulcano 2 di Giuseppe Morani, Tevere Remo Mon Ile di Gianrocco Catalano e Blue di Roberto Monti.

Ma la vera forza della 151 Miglia è il folto gruppo delle barche (162 iscritti nella lista provvisoria al 30 maggio) tra 35 e 50 piedi, da cui probabilmente uscirà il vincitore overall in handicap ORC, a cui va il più importante e ambito dei due Trofei Challenge, quello del vincitore in compensato.

Nella categoria Over 60 al 30 maggio vi sono 14 barche iscritte.
Nella categoria IRC, sempre al 30 maggio, gli iscritti sono 33.

Per domani alla partenza sono previste condizioni di vento leggero, un Ovest-Sud Ovest tra i 4 e i 5 nodi, con rinforzi locali verso la foce dell’Arno e un ulteriore calo della pressione all’altezza della Gorgona.
Decisivo, come sempre, sarà il passaggio a ovest dell’Elba, con il consueto dilemma strategico su quanto passare vicino alla costa tra Chiessi e Pomonte o tenersi lontani fino a sfiorare Pianosa.

All’arrivo a Punta Ala, tra la serata di venerdì e le prime ore del sabato, una calda e ricca accoglienza per tutti. Sabato sera, infine, la classica cena di gala allo Yacht Club Punta Ala.

Foto Taccola

«Il clima della 151 Miglia è contagioso e basta girare in banchina qui a Livorno per accorgersene: c’è molta voglia di vela, di vivere assieme la 151 nella sua totalità, a partire dagli eventi a terra che quest’anno, finalmente, saranno al completo: l’appuntamento, in proposito, è per questa sera al Crew Party, alla Fortezza Vecchia a Livorno”, dichiara Roberto Lacorte, Presidente dello YC Repubblica Marinara di Pisa.

«La partenza della 151 Miglia è un momento di gioia che arriva dopo mesi di intenso lavoro da parte del Comitato Organizzatore: siamo davvero felici di poterlo condividere con i tanti amici della regata, che aspettiamo sul traguardo di Punta Ala”, aggiunge Alessandro Masini, Presidente dello YC Punta Ala.

«Come sempre Livorno si è dimostrata la location ideale per accogliere una flotta così importante come quella della 151 Miglia: ringrazio, in proposito, i partner e le persone che hanno contribuito a questo successo”, conclude Gian Luca Conti, Presidente dello YC Livorno.

La 151 Miglia-Trofeo Cetilar è tappa del Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela, del Trofeo Arcipelago Toscano e dell’IMA Mediterranean Maxi Offshore Challenge,

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here