SHARE

Aggiornamento– Alle 9:30 di oggi giovedì ARCA Sgr continua a condurre ma è praticamente bloccata dalle arie leggerissime nel Mar Ligure. Dopo aver doppiato in nottata la Giraglia appena 9 secondi dopo Magic Carpet 3, il 100 piedi di Furio Benussi conserva un miglio e mezzo di vantaggio su Magic Carpet 3, ma la velocità al momento non supera i 2 nodi con ancora 53 miglia per arrivare a Genova.
Sarà una lunga giornata per decidere i line honour e ancor più per il resto della flotta, con appena una quindicina di barche che hanno doppiato la Giraglia.

Giraglia– Procede lentamente la Rolex Giraglia, partita alle 12 di oggi da Saint Tropez. Alle 22:00 di mercoledì sera, Arca SGR di Furio Benussi è segnalata in testa, a circa 30 miglia dalla Giraglia e a 118 dall’arrivo a Genova. La sua velocità è al momento di soli 4 nodi.

Alle 12:00 il Comitato di Regata dello Yacht Club Italiano aveva dato lo start alla flotta di 141 imbarcazioni per la regata lunga della Rolex Giraglia. Le barche sono partite alla volta della Corsica spinte da un vento leggero da Est

Dopo il suggestivo crew party Rolex di ieri sulla spiaggia della Ponche, questa mattina alle 12:00 puntuali sono iniziate le procedure di partenza per la prova lunga della 69ma edizione della Rolex Giraglia. Partenze regolari per la flotta che è stata separata in 3 gruppi di partenza, con i più grandi ad aprire la strada, seguiti a cadenza di 10 minuti dal Gruppo A e dagli scafi del Gruppo B, applauditi da centinaia e centinaia di persone affacciate sul golfo in diversi punti della cittadina francese.
Al colpo di cannone sono scattati in avanti il 100′ ARCA SGR di Furio Benussi e l’R/P 78 Capricorno, velocissimo in queste condizioni, così come la partenza da manuale del Wally 100 Tango, assente dai campi di regata da qualche tempo e Line Honours della Giraglia 2018, che è riuscito a partire in boa e mure a sinistra, sopravanzando tutta la flotta dei maxi.

YouTube player

Molto veloci anche le procedure degli altri due gruppi, forse favoriti da un temporaneo aumento dell’intensità del vento durante la loro partenza: circa 6/7 nodi da Est.

In ogni caso, le aspettative a bordo delle barche più competitive, sono quelle di una regata di oltre 24 ore per i più grandi, e di almeno 48 ore per i 50 piedi. Ma sarà tutto da confermare seguendo l’evoluzione meteo delle prossime ore, difficile azzardare previsioni, anche se la parola d’ordine in banchina per – quasi – tutti era quella di lasciare a terra ogni peso superfluo. Nel caso dei più agguerriti, anche di partire con equipaggio ridotto per risparmiare ogni chilogrammo possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here