SHARE

Porto Cervo- Con lo Skipper’s briefing e il tradizionale Welcome cocktail sulla terrazza dello Yacht Club Costa Smeralda, prende ufficialmente il via oggi la 32^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup. La regata è organizzata dallo YCCS in collaborazione con l’IMA (International Maxi Association) e con il supporto dello storico Title sponsor Rolex.

Il primo segnale di partenza è previsto domani, lunedì 5 settembre, alle ore 12 e la manifestazione si concluderà sabato 10 settembre con la premiazione in Piazza Azzurra, davanti allo YCCS. Le previsioni meteo indicano brezza leggera nella prima parte dell’evento mentre a partire da venerdì è previsto l’ingresso del Maestrale che andrà a rinforzare nella giornata di sabato.

La flotta di 50 maxi yacht, la cui lunghezza minima è di 18,30 metri pari a 60 piedi, presente quest’anno a Porto Cervo è particolarmente significativa non solo per la quantità di imbarcazioni presenti, ma anche e soprattutto per il livello elevatissimo di barche ed equipaggi, tutti potenziali vincitori delle rispettive 6 classi in cui è stata suddivisa la flotta in ragione delle diverse tipologie: le prestazioni di un racer puro sono infatti difficilmente confrontabili con quelle di uno yacht allestito anche per la crociera. Le classifiche vengono stilate in funzione del tempo compensato, definito sulla base di un rating assegnato a ciascuna imbarcazione.

Gli scafi ormeggiati davanti allo YCCS ripercorrono idealmente la storia del grande yachting dagli anni ’30 del Novecento, con il J Class Velsheda, all’avanguardia dell’innovazione e dello yacht design con il debutto in regata del primo Mini Maxi foiling, FlyingNikka di Roberto Lacorte e del ClubSwan 80 My Song del socio YCCS Pier Luigi Loro Piana. Particolare attesa per l’esordio di FlyingNikka, che regaterà da sola nella classe Minimaxi 0, con un TCC ovviamente altissimo.

Tra i tanti nomi di alto livello presenti troviamo il timoniere di Luna Rossa Francesco Bruni, tattico del Wally 93 Bullitt, Peter Holmberg, timoniere del J Class Topaz, asso del match race, argento olimpico nel Finn e veterano di America’s Cup così come Brad Butterworth, tattico del maxi racer Rambler 88, i veterani della Ocean Race Bouwe Bekking e Matthew Humphries rispettivamente sul J Class Svea e sul Southern Wind 90 All Smoke, Tommaso Chieffi alla tattica di Twin Soul B, Ken Read e Roberto ‘Chuny’ Bermudez su My Song, Cameron Appleton su Highland Fling XI, Flavio Favini e Tiziano Nava su Capricorno, Mauro Pelaschier su Viriella del socio YCCS Vittorio Moretti, solo per citarne una piccola parte. Particolarmente alto è poi il livello nella divisione Mini Maxi 1: gli italiani Vasco Vascotto, Alberto Bolzan, Michele Ivaldi e Bruno Zirilli su Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari dovranno vedersela con l’afterguard di Bella Mente composta da Terry Hutchinson, skipper della sfida all’America’s Cup del New York Yacht Club American Magic, assieme ad Adrian Stead e Ian Moore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here