SHARE

Procida– Tredici zone iscritte, 65 atleti in rappresentanza di oltre 30 circoli affiliati, 11 Ufficiali di regata di cui 6 dedicati all’arbitraggio in acqua. La vela italiana fa “Rotta su Procida”, Capitale della Cultura 2022 per assegnare lo scudetto a squadre regionali. Il meglio della gioventù velica nazionale incrocerà sugli gli RS21 della flotta di proprietà della Regione Campania, utilizzate per l’Universiade del 2019 e che oggi sono in dotazione alla V ZONA FIV.

E’la prima volta che si assegna il titolo italiano a squadre di Zona e il progetto sportivo rientra nelle attività di promozione di Procida capitale della cultura nell’ambito delle iniziative che connettono Cultura, Sport e Turismo approvate dall’Agenzia Regionale Campania Turismo. Il Campionato è stato fortemente promosso e supportato dalla Federazione Italiana Vela, a Procida sarà presente il Presidente Federale Francesco Ettorre ed il Segretario Generale FIV Alberto Volandri che per l’occasione terranno a Napoli la riunione di Consiglio Federale prima di sbarcare sull’isola.

Si parte domani, venerdì 21 ottobre tre giorni di evento nel quale verranno messi alla prova, oltre alla forza di squadra, alcuni dei talenti migliori del panorama nazionale. Ogni Squadra di Zona FIV (le Zone FIV rappresentano le regioni italiane) sarà composta da quattro velisti che regateranno a rotazione con gli RS21, monotipi inglesi acquistati dalla Regione Campania per l’Universiade del 2019 ed assegnati alla Fiv Campania (imbarcazioni di 6,34 metri di lunghezza, con motore ausiliario elettrico costruite secondo la filosofia della sostenibilità). Il format delle regate prevede prove veloci ed avvincenti in cui tutti gli equipaggi si confrontano ad armi pari in un percorso di qualificazione per poi arrivare ad una vera e propria finale tra i migliori otto team.

Nel rispetto dell’ambiente e dell’Area Marina protetta Regno di Nettuno, la regata utilizzerà le boe intelligenti Gipsy, prodotte da una startup italo-svizzera che ha realizzato e portato sul mercato, una boa che, come un drone, è dotata di un sistema di motori elettrici che mantiene automaticamente la posizione grazie al Gps, e quindi non è necessario l’ancoraggio.

“Quest’anno – spiega il presidente della Federvela, Francesco Ettorre – per la prima volta, la Federazione Italiana Vela organizza il Campionato Italiano delle Zone: per il territorio rappresenta un nuovo appuntamento che deve essere stimolo per rafforzare i legami e la voglia di costruire un progetto condiviso tra tutti i Comitati di Zona, puntando su giovani atleti che si confrontano nell’ambito di regate che rappresentano il territorio. La scelta di Procida, quest’anno Capitale della Cultura, vuole proprio amplificare questo messaggio attraverso il forte legame tra Cultura e Sport”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here