SHARE

Port Elizabeth– Si è concluso per fortuna bene il naufragio di Tapio Lehtinen al Golden Globe Race. Il velista finlandese è stato recuperato dopo 24 ore nella zattera di salvataggio dopo che venerdì alle 6:54 UTC era stato attivato il Personal Locator Beacon (PLB) del suo sloop Asteria mentre era 450 miglia a SE di Port Elizabeth, in Sud Africa.

Asteria di Tapio Lehtinen

In poche ore il Gaia 36 Asteria è naufragata, immergendosi di poppa dopo che Tapio Lehtinen era ormai sulla zattera di salvataggio indossando la tuta da sopravvivenza.

nella giornata di ieri Lehtinen è stato raggiunto e salvato da un altro skipper del GGR, Kirsten Neuschafer, che lo ha poi fatto salire sul cargo Darya Gayatri, dirottato sul posto dal centro di soccorso sudafricano di Cape Town.

Da segnalare che Asteria, il Gaia 36 di Lehtinen, era la barca più vecchia della flotta ma era stata opportunamente riattrezzata e rinfoirzata prima del GGR da Lehtinen. Un disegno di Sparkman & Stephens del 1965 che fu armato dal professor Luigi Coari ad Anzio e che dette nome alla stessa regata d’altura Coppa Asteria ancora organizzata dal Circolo della Vela Roma di Anzio.

L’originale Asteria. Courtesy CV Roma

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here