SHARE

Ambrogio Beccaria con Alla Grande Pirelli ha tagliato la linea d’arrivo di Pointe a Pitre alle 21:38 cet di questa sera conquistando un meritatissimo secondo posto nei Class 40 alla Route du Rhum.

 

Il suo tempo è stato di 14 giorni 7 ore 23 minuti, a 11,8 nodi di media sulle 4.041 miglia effettivamente percorse.

Si tratta del miglior risultato di sempre per l’Italia in una classe monotipo alla Route du Rhum. Dopo la vittoria alla Minitransat, Beccaria, 31 anni, si conferma il velista di maggior talento della vela oceanica italiana.

Alla Grande – Pirelli, pur essendo la barca più nuova e meno rodata della flotta dei 55 Class40, ha dato prova delle sue straordinarie capacità, tenendo nell’ultima settimana di regata velocità medie di circa 17 nodi (e con punte di 25). Andando a tratti più veloce degli Imoca, la classe dei monoscafi di 60 piedi.

Alla Grande Pirelli è stata costruita dal San Giorgio Marine di Edoardo Bianchi a Genova su progetto di Gianluca Guelfi e Fabio d’Angeli.

Da manuale le ultime cento miglia di Beccaria, capace di azzeccare al centimetro la layline finale per la Guadalupa e di navigare sempre un po’ più veloce del rivale Corentin Douguet. Il tutto senza poter contare sulla stazione del vento in testa d’alberto e conseguentemente con il pilota automatico in sola modalità bussola.

Addirittura splendido il suo periplo dell’isola, dove Beccaria è stato in grado di minimizzare le fasi con poco vento nei ridossi dell’isola, andando invece ad aumentare il vantaggio su Douguet.

Le foto di Martina Orsini all’arrivo con l’incontro con i genitori:


“Una grande performance di Ambrogio”, commenta Alberto Riva navigatore solitario e responsabile dell’elettronica di bordo di “Alla Grande – Pirelli”, “con una barca praticamente appena messa in acqua l’obiettivo minimo era quelle di arrivare dall’altra parte, l’obiettivo massimo era entrare nella top ten: direi che qui siam ben al di là delle aspettative. Alla grandissima Ambrogio!”.

Gli ultimi otto mesi, compresa la costruzione della barca, sono stati super intensi.

Per me questo è prima di tutto un successo di squadra, qualcosa che abbiamo fatto tutti insieme. Non immaginavo che sarei andato così lontano.

Un progetto tutto italiano. Ambrogio Beccaria ringrazia Pirelli, Pirelli France, Mapei SpA, MAPEI France, Yacht Club Italiano, One Ocean Foundation, #BancaPassadore, Sangiorgio Marine, Gianluca Guelfi e Fabio D’angeli, Albane, Bernardo Zin, Alberto Riva – Navigatore, Tommaso Stella, Jean Marre, Lapo Quagli, Martina Orsini Photographer, Valentina Pigmei, Bianca Bertolini, Pietro Bussolati, Chiara Maiorana e Daniele Villa per il fondamentale sostegno.

Gli sponsor tecnici: B&G, Harken, Solbian, Elensys Marine Electrics, Scandurra, Musto, Lombardini Marine, Gottifredi Maffioli, Marine Electrics, North Sails, QI Composites, Northern Light Composites e Andrea Lorenzi.

Abbiamo fatto un lavoro di squadra pazzesco.
Finire con un secondo posto è un grande premio per tutti.

Buon vento a noi, a chi c’era e a chi mi ha fatto sentire il suo sostegno anche a distanza in questa Route du Rhum – Destination Guadeloupe 2022 🔥🇮🇹

📷 Martina Orsini Photographer e Alexis Courcoux

https://www.instagram.com/tv/ClUTgHqvbFD/?igshid=YmMyMTA2M2Y=

Diretta dell’arrivo su Instagram Ambrogio Beccaria

Live YouTube:

https://youtu.be/JFyO9gEWlPg

Aggiornamento– Alle 20:30 Ambrogio Beccaria ha ormai superato indenne Basse Terre, la punta sud occidentale della Guadalupa ed è quindi rientrato nella zona aperta ai venti orientali. Alla Grande Pirelli ha un vantaggio di 4,9 miglia su Douguet, con sole 16 miglia da percorrere in una comoda bolina larga. L’ETA del velista milanese, apparso magistrale anche nel periplo della Guadalupa dove ha guadagnato 4 miglia su Douguet e che si avvia a conquistare uno storico secondo posto nei Class 40 alla Route du Rhum, è a questo punto intorno alle 22 CET.

Alla Grande Pirelli ripreso durante il periplo della Guadalupa. Courtesy Lapo Quagli
Le posizioni alle 20:30 CET

Pointe a Pitre– Yoann Richomme con Paprec Arkea ha vinto la Route du Rhum Destination Guadeloupe nei Class 40, arrivando a Pointe a Pitre alle 17:23 di oggi, impiegando 14 giorni 3 ore 8 minuti per concludere la regata.

La situazione alle 18:05. Beccaria (in nero) precede Douguet di tre miglia

Ma l’attenzione del pubblico italiano è tutta per l’entusiasmante duello tra Ambrogio Beccaria e Corentin Douguet per la piazza d’onore.

Alla Grande Pirelli di Ambrogio Beccaria sta conducendo alle 18:05 con tre miglia di vantaggio sul francese. I due si trovano lungo la ridossata costa ovest della Guadalupa, con venti rafficati e zone di bonaccia.

Anche in questa situazione difficile Beccaria sta dimostrando una notevole capacità tecnica di conduzione. L’arrivo è previsto tra le 21 e le 23 italiane di questa sera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here